29 Giugno… Roma, la Festa dei Santi Patroni di Roma

Almanacco di Roma a cura di Stefano Crivelli - 29 Giugno 2020

Il 29 giugno, nella tradizione Romana, si svolge la Festa dei Santi Pietro e Paolo, Patroni di Roma, con l’illuminazione della Cupola di San Pietro ed i fuochi di artificio a Castel Sant’Angelo.

Proprio in questo giorno, nel 67 d.C., viene martirizzato Pietro, primo pontefice della storia. Ma è solo dal 258 d.C. che i cristiani cominciano a festeggiare i due Santi: così, come i due gemelli allattati dalla lupa sono considerati i fondatori della città di Roma, per i cristiani i due apostoli sono considerati i fondatori della Roma Cristiana.

Il 29 Giugno si ricordano due eventi “miracolosi”: nel 455 si conclude il Sacco di Roma dei Vandali di Genserico, nel 1500 un fulmine fa crollare il soffitto della “Sala dei Pontefici” e il Papa Alessandro VI resta sepolto sotto un cumulo di macerie uscendone però incolume.

Laboratorio Analisi Lepetit

La sera della Girandola Si affittavano palchi, logge, finestre e sedie: – Parchi logge, finestre! – Ecco piazze, ecco posti, ecco lendiere!” (Zanazzo, Voci scomparse)

Accadde il 29 Giugno

67          Viene martirizzato Simone, detto Pietro, uno dei dodici apostoli di Gesù e considerato il primo Papa della Chiesa cattolica.

1312      Enrico VII si fa incoronare Imperatore del Sacro Romano Impero presso il Laterano. La cerimonia viene effettuata da tre cardinali ghibellini.

1500      Un fulmine fa crollare il soffitto della “Sala dei Pontefici” ed il Papa Alessandro VI resta sepolto sotto un cumulo di macerie uscendone però incolume.

1915      Nasce l’attore Mario Carotenuto.

1936      Si spegne, all’età di 52 anni, il grande attore Ettore Petrolini. È considerato uno dei massimi esponenti di quella forma di spettacolo a lungo ingenerosamente definita “teatro minore”, termine con il quale si identificavano il “varietà”, la “rivista” e l’ “avanspettacolo”. Romano, figlio di un fabbro di Ronciglione e nipote di un falegname di via Giulia (al Rione Regola), Ettore viene ricordato come uno dei più alti esponenti del Teatro comico Italiano del Novecento, influenzandone il repertorio con grandi innovazioni ed originalissime invenzioni. Rimangono nella nostra memoria Romana i suoi personaggi (come Gastone e Nerone) e le note di “Tanto pè cantà”. “Petrolini è quella cosa / che ti burla in ton garbato, / poi ti dice: ti à piaciato? / se ti offendi se ne fregia”. (E. Petrolini, “Versi Maltusiani”)

2000      Muore all’età di 77 anni l’attore, regista e sceneggiatore, sia cinematografico che teatrale, Vittorio Gassman (nato Gassmann), uno dei massimi protagonisti della storia del cinema italiano.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti