30 Giugno 1849… Roma, l’ultima battaglia della Repubblica Romana

Almanacco di Roma a cura di Stefano Crivelli - 30 Giugno 2020

Il 30 Giugno del 1849 sul Gianicolo si combatte l’ultima battaglia della storia della Repubblica Romana. Si contano 3.000 italiani fra morti e feriti e cadono circa 2.000 francesi. Luciano Manara si immola nella difesa di Villa Spada.

E’ il triste e sanguinoso epilogo della Repubblica Romana.

L’Assemblea Costituente il primo luglio approva il documento con il quale “cessa da una difesa ritenuta impossibile”: è la resa, che viene sancita definitivamente il 2 luglio.

Lo stesso giorno Giuseppe Garibaldi, in piazza San Pietro, pronuncia lo storico discorso: “io esco da Roma: chi vuol continuare la guerra contro lo straniero, venga con me … non prometto paghe, non ozi molli. Acqua e pane quando se ne avrà”. Alle 18.00, in piazza San Giovanni, lo attendono circa 4.000 uomini armati, con i quali lascia la città.

AssedioRoma

Melchiorre Fontana – Assalto delle truppe francesi a Roma

 

Accadde il 30 Giugno

Roma Antica: Si svolgono le Lunia, festività in onore della Dea latina Luna.

1818      Viene inaugurata la nuova Fontana del Quirinale, voluta da Papa Pio VII e realizzata dall’architetto Stern.

1912      Si inaugura la Centrale Termoelettrica Montemartini sulla Via Ostiense.

1933      Nasce l’attrice Lea Massari.

1940      Con una vittoria sul Livorno la Roma gioca l’ultima partita a Campo Testaccio.

1963      Viene eletto Papa Paolo VI.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti