Aggressione a Monteverde

Un militante della sezione del Pdl di via Regnoli aggredito da alcuni estremisti di sinistra
Enzo Luciani - 24 Giugno 2008

Il 22 giugno mentre si stava disputando l’incontro di calcio Italia-Spagna, vero le 21.30, un gruppo di estremisti di sinistra si introduceva nella sede della sezione del Pdl di via Oreste Regnoli a Monteverde. Un militante di 18 anni, B.C. che si trovava all’interno, è stato assalito con dei bastoni. I violenti, hanno poi continuato devastando la sezione e rivendicando l’atto con una scritta sul pavimento: "antifascismo" che dava una chiara connotazione politica al gesto di violenza. 

L’assessore capitolino Sergio Marchi e il consigliere comunale del Pdl Ugo Cassone esprimono “la più ferma condanna contro questa vile aggressione".

"Al militante aggredito e ai membri della sezione di via Regnoli – aggiungono – vanno tutto il nostro appoggio e la nostra solidarietà. Vogliamo sperare che questo atto sia un fenomeno isolato e non il prologo di una insopportabile campagna di odio che bande di estremisti vorrebbero riportare in auge all’interno della città”. 

 "Si è sentito il sapore degli anni ’70 – dichiarano Fabrizio Santori, consigliere del Comune di Roma, Marco Giudici e Antonio Aumenta, consiglieri del Municipio XVI, Augusto Santori, consigliere del Muncipio XV e Monica Picca, consigliere del Muncipio XIII.

“Esprimiamo la più ferma condanna alla vile aggressione nei confronti del militante di destra, un fatto che ha il sapore di vecchi ricordi di violenza urbana in un quartiere, Monteverde, che in passato è stato un continuo teatro di simili deprecabili episodi. La nostra più partecipata solidarietà – concludono – al ragazzo aggredito e a tutta la comunità militante del circolo PdL di via Regnoli”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti