Arrivano i Vigilantes

Santori: "ridotti tempi di intervento"
Enzo Luciani - 16 Settembre 2011

A sostegno delle forze dell’ordine a Roma arrivano i Vigilantes. “Presenza e fuga di mezzi di trasporto o persone sospette, segnalazioni di bambini, anziani, persone in stato confusionale o in evidente difficoltà, segnalazioni di allontanamento dai presidi ospedalieri di persone anziane o in trattamento sanitario obbligatorio e segnalazioni significative di degrado urbano, disagio sociale e di ogni altra situazione che faccia ritenere imminente la commissione di reati: sono questi alcuni degli impegni presi dagli istituti di vigilanza della Capitale i quali veicoleranno alle forze dell’ordine situazioni di rilievo sia sotto il profilo sociale che della sicurezza urbana, assunte durante lo svolgimento del loro servizio” – lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, Presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale in merito alla firma del protocollo d’intesa Mille occhi sulle città, siglato il 15 settembre in prefettura.

“Il Progetto Mille Occhi sulle città è un importante connubio operativo tra pubblico e privato e rappresenta un valore aggiunto in termini di prevenzione e repressione degli illeciti, grazie alla sinergia tra le forze dell’ordine e le circa 200 pattuglie degli istituti di vigilanza privata, già in servizio dalle 6 alle 22, e le circa 250 pattuglie operative dalle 22 alle 6” – conclude Santori.

«La collaborazione sperimentale degli uomini della vigilanza privata con le forze dell’ordine nel monitoraggio della sicurezza – dichiara il Sindaco di Roma Gianni Alemanno – assicura un coordinamento completo delle informazioni e aumenta il livello di sicurezza in città. Il mio ringraziamento va al sottosegretario dell’Interno, Alfredo Mantovano, ai 20 istituti di vigilanza che hanno aderito al progetto e al prefetto di Roma, Francesco Pecoraro, al questore di Roma, Francesco Tagliente, al comandante provinciale dei Carabinieri, Maurizio Mezzavilla, al comandante provinciale della Guardia di Finanza, Ignazio Gibilaro e del Corpo Forestale, Carlo Costantini. Con la collaborazione dei vigilanti privati si potranno ottenere segnalazioni importanti per le indagini e la prevenzioni dei crimini e sollecitazioni utili per migliorare il decoro cittadino, agendo in via sussidiaria e subordinata alle pubbliche funzioni di sicurezza esercitate dalle forze dell’ordine».


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti