Caro Eros Ramazzotti Cinecittà non è una merda!

Secca risposta di Sandro Medici presidente del X municipio all'intervista del cantante sul mensile Max
riceviamo e pubblichiamo - 13 Novembre 2007

Chissà perché Eros Ramazzotti senta il bisogno di denigrare il proprio quartiere di origine, definendolo una “merda”. Con un certo stupore ma anche con amarezza, in un’intervista sul mensile Max, il cantante di Cinecittà si abbandona a sbrigative e anche un po’ insultanti considerazioni sulle sue origini di periferia. Aggiungendo che oggi le cose sarebbero perfino peggiorate. Temo che le sue qualità artistiche siano dovute anche alle frequentazioni giovanili di strade e campetti di periferia, e per questo dovrebbe nutrirne maggior rispetto.

Ma quel che più forse irrita i duecentomila abitanti del X Municipio è il non riconoscere i grandi sforzi, le strenue battaglie che in questo territorio si susseguono per rendere più vivibile quei quartieri che l’hanno visto tenero bambino. A Cinecittà non ci sono orde di spacciatori famelici, almeno non più che ai Parioli o a Monteverde , e soprattutto molte cose sono state fatte e il tutto è assai più vivibile che non nel passato. Certo, se a un certo punto della propria vita si decide di andarsene e trasferirsi in un mondo finto e di grandi agi, si dovrebbe almeno riconoscere il generoso impegno di chi è rimasto a darsi da fare per migliorare le periferie di "merda".

E infine vorremmo rassicurarlo: il parco di cui lamenta la scomparsa, è ancora lì ed è anche ben tenuto.

Presidente Municipio X
Sandro Medici


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti