Corsi Gol con Mentora

Riduzione della disoccupazione e reinserimento professionale. Strategie di formazione e inserimento lavorativo per tutte le età e categorie di lavoratori

Nati contemporaneamente al PNRR, i corsi Gol Mentora a Roma (Garanzia Occupabilità Lavoratori) stanno dando un valido contributo nel ridurre il tasso di disoccupazione. Donne e uomini di ogni età (anche oltre i 50 anni) e provenienti da tutte le parti d’Italia sono riusciti a trovare un impiego rapidamente.

Ciò è possibile grazie a interventi di reinserimento professionale, inclusione e seminari su svariati temi (tra cui finanza agevolata) per soddisfare qualsiasi esigenza. Formazione in apprendistato, percorsi di inserimento, riqualificazione e aggiornamento sono alcuni esempi con cui raggiungere gli obiettivi.

Corsi GOL, tipi di percorsi attualmente disponibili

Per accedere ai GOL occorre rivolgersi a enti di orientamento riconosciuti dallo Stato oppure ai Centri per l’Impiego. Le tipologie di formazione attualmente disponibili vanno di pari passo con il livello di occupabilità:

– upskilling

– reskilling

– reinserimento

– inclusione.

L’upskilling è l’aggiornamento, indispensabile per chi ha maturato esperienza in una specifica mansione ma non lavora da diverso tempo. Tali seminari permettono di acquisire nuove competenze (spesso in ambito digitale) nel settore di provenienza e hanno breve durata.

Il reskilling corrisponde alla riqualificazione, obiettivo raggiungibile con l’ottenimento di qualifiche di 3° livello.
In base agli standard EQF (Quadro Europeo delle Qualifiche) corrispondono agli attestati delle scuole professionali.

Le persone pronte per tornare al lavoro trarranno beneficio dai piani di reinserimento. Questi sono un punto d’incontro diretto tra domanda e offerta, utilissimi quando l’aspirante risorsa non riesca a trovare contatti o a valorizzare adeguatamente le proprie esperienze in curriculum.

Quanto all’inclusione, gli interventi riguardano svariate categorie di soggetti. Si spazia dai disabili ai 50-enni disoccupati per arrivare ai giovani NEET (senza lavoro e non impegnati negli studi) e alle lavoratrici in condizioni di svantaggio, purché risultino inoccupate da almeno 6 mesi.

Piani GOL per i cassaintegrati

Un caso particolare è quello della ricollocazione collettiva, mirata ad abbattere il rischio di disoccupazione dei dipendenti delle imprese in crisi. I corsi Gol Mentora a Roma offrono una formazione finalizzata a un veloce reinserimento professionale in altre aziende o nella libera professione.

Tra gli interventi sul campo meritano un cenno i seminari di specializzazione in ambito digitale, finanza agevolata e altri settori ad alta specificità. L’iter di ricollocazione promuove l’incontro tra domanda e offerta non solo per le posizioni da dipendente, ma anche nel caso in cui l’utente decida di mettersi in proprio.

Possono partecipare all’iniziativa i lavoratori in cassa integrazione che abbiano subito una riduzione pari o superiore al 30% del monte ore. Lo stesso dicasi per i beneficiari di NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego) e i dipendenti di realtà aziendali prossime a una chiusura o con scarse prospettive di riassunzione nell’eventualità di un cambio di gestione.

Chi può accedere alla formazione GOL?

Rientrano nella casistica varie categorie di persone. Oltre a cassaintegrati, beneficiari di elargizioni statali con e senza occupazione possono accedere ai percorsi anche i working poor (professionisti con redditi molto bassi) e disoccupati da almeno 6 mesi non percettori di bonus SaR (Sostegno al Reddito).

Un altro grande gruppo di soggetti aventi diritto a questo tipo di seminari sono i disabili e i lavoratori svantaggiati. In particolare si ricordino le donne sole con figli o altri familiari a carico e quelle che lavorano in contesti in cui la disparità con i colleghi uomini è significativa.

Da non dimenticare over 50, ex degenti psichiatrici, ex detenuti, persone che stanno scontando pene al di fuori del carcere (in regime di affidamento o libertà vigilata), alcolisti, tossicodipendenti, minori in difficoltà economiche (dai 14-15 anni) e giovani NEET, integrabili con una formazione in apprendistato.

Occorre soffermarsi, infine, sul fatto che non seguire i seminari GOL ha conseguenze negative in caso di assenza protratta per 30 giorni. Trascorso questo periodo, l’effetto è assimilabile a quello di una tacita rinuncia. Oltre a non avere possibilità di rinnovo, sussiste l’obbligo di segnalazione al Centro per l’Impiego competente.

La Regione Lazio sblocca i fondi GOL – PNRR

Aninsei Confindustria: “Finalmente disponibili le somme in favore degli enti di formazione che hanno anticipato i fondi”


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati