Mercatino dell’Eur di viale America

I residenti del XII municipio sono divisi tra chi ne è soddisfatto e chi protesta per la sua collocazione
di Laura Roxana Neamtu - 18 Novembre 2008

Alcuni cittadini del XII municipio lamentano la presenza del mercatino dell’Eur, proprio all’inizio di viale America. Il motivo è alquanto evidente. Lo spazio che occupa è piuttosto ampio e si trova proprio di fronte alla scalinata che porta alla metro Eur Fermi, creando difficoltà di transito ai pendolari che intendono prendere la metropolitana. Non soltanto: a quanto pare gli autobus – ne transita un numero considerevole di linee – hanno difficoltà di manovra a causa dei camion e furgoncini che sono parcheggiati lungo la strada e il tutto è testimoniato dal degrado dei cigli dei marciapiedi (spesso i mezzi pubblici per svoltare sono costretti a passarci sopra).
I cittadini protestano anche per il degrado della zona, causato dalla presenza di rifiuti (cartoni, buste di plastica… ecc) che vengono abbandonati dai venditori a fine giornata.
La proposta di molti è quella di spostare il mercatino nell’area sottostante, di fronte alla metropolitana, molto più grande che potrebbe ospitare sia il mercatino, che i furgoncini contenenti la merce offerta in vendita.

Non tutti sono però d’accordo con questa visione: secondo coloro che acquistano o semplicemente curiosano con la speranza di trovare qualche tesoro nascosto tra la merce esposta sulle bancarelle, la collocazione del mercatino è perfetta per la sua visibilità (consente sia agli acquirenti che ai passanti di potersi fermare e “dare un’occhiata”). Insomma nessuna lamentela né sul fronte della pulizia della zona, né sul fronte della sua collocazione.

Anche gli operatori del mercatino sembrano soddisfatti. Però tutti sono un pò restii a parlarmi, comunque riesco a strappare una mini-intervista a Gianluca, che opera nel settore – con licenza e tutto il necessario da più di 10 anni. “Molti non sanno – afferma Gianluca – che il nostro è un mestiere come un altro e anche noi abbiamo le nostre difficoltà. Anche noi abbiamo difficoltà di trovare parcheggio per i camion con cui portiamo la merce ed è per questo che ci hanno accordato per il parcheggio dei furgoncini la piazzola antistante la metropolitana. Anche per la pulizia del luogo, i cittadini ignorano il fatto che noi paghiamo l’Ama per occuparsi a fine giornata della raccolta di tutti i materiali. Poi noi non siamo degli incivili. Anche se non abbiamo cassettoni dell’immondizia nelle vicinanze per buttare le nostre cose, ci arrangiamo come meglio possiamo. Come questo mio vicino indiano – e mi mostra una grossa scatola di cartone con tanto di busta di plastica dentro trasformata in una vera pattumiera.”

Un’altra venditrice mi spiega invece che il problema del parcheggi è quello che maggiormente li affligge “dobbiamo arrivare qui molto presto, addirittura prima delle 6 – mi spiega – perché altrimenti non riusciamo a scaricare i nostri prodotti e neanche a trovare poi parcheggio, visto che molti di noi non usufruiscono del parcheggio antistante la metropolitana”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti