Categorie: Lavori Pubblici
Municipi: | Quartiere:

Piazza Sacco: procedono i lavori di completamento e riqualificazione

Seguirà a brevissimo l'esecuzione di muro di recinzione e rete a perimetrazione strutture Italgas

“I lavori di completamento e riqualificazione di Piazza Federico Sacco, informa in un comunicato l’assessore Assessore all’Urbanistica, Lavori Pubblici, Patrimonio, Affari Generali, Trasparenza del IV Municipio Bacchetti –  non si arrestano. Un altro tassello è stato inserito recentemente.

Con Determinazione Dirigenziale repertorio VE 582/2023 della Polizia Locale U.O. IV Gruppo Tiburtino è stata istituita la disciplina di traffico definitiva di Piazza Federico Sacco: per questo proprio ora stiamo posizionando la segnaletica verticale.

Piazza Federico Sacco diventa finalmente pedonale con percorso di segnalazione presenza di bambini e divieto di transito agli autoveicoli eccetto gli autorizzati (mezzi di soccorso, forze dell’ordine, scolastici).

Attenzione: da adesso in poi si correrà il rischio di essere multati in caso di sosta autoveicoli!
Viene garantita apposita area di parcheggio nella rientranza fronte Viale Giuseppe Stefanini.

È con orgoglio che annuncio, in qualità di Assessore Urbanistica, Lavori Pubblici, Patrimonio, Affari Generali, Trasparenza IV Municipio e di Segretario Sezione PD Pietralata, la realizzazione di una piazza pedonale a Pietralata che ne è completatamente priva.

L’ho fortemente voluta con il Presidente Massimiliano Umberti, progettata, eseguita lì dove prima era presente un’area fortemente sconnessa dagli impianti radicari dei pini pinea presenti, bagni chimici, capolinea autobus 111 i cui motori erano perennemente accesi con forti vibrazioni ai vetri della scuola Boschetti Alberti ed emissione continua di CO2 che respiravano i nostri bambini con il corpo docente e non, esposti altresì al pericolo della zona di manovra. Ora qui ci si potrà sedere sulle panchine, parlare, socializzare, vedere i bambini giocare senza preoccupazioni.

Seguirà a brevissimo l’esecuzione di muro di recinzione e rete a perimetrazione strutture Italgas. In inverno piantumeremo le querce previste che alloggeremo nelle tazze già predisposte.

Per la “casa dell’acqua ACEA” dovremo – conclude il comunicato – invece attendere il 2024 perché, causa Giubileo 2025, tutte i manufatti disponibili saranno dirottati in centro storico o lungo gli assi di pellegrinaggio che prevedono l’arrivo di decine di milioni di fedeli e turismo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati