Ponte Giulio Rocco, dopo 8 anni via libera ai lavori

Opera da 4,8 mln cofinanziata al 50% da Roma Capitale e Regione Lazio

Partiranno nei primi mesi del 2024 i lavori di risanamento strutturale e manutenzione straordinaria del ponte di via Giulio Rocco nel quartiere Garbatella, sovrappassante le due linee ferroviarie Roma- Lido e Metro B.  Il Dipartimento Csimu di Roma Capitale ha, infatti, concluso le attività progettuali che permettono la realizzazione dell’opera.

L’appalto è cofinanziato al 50% da Roma Capitale e Regione Lazio per un importo totale di 4,8 milioni di euro e, grazie a un accordo con la Regione, le lavorazioni saranno eseguite da Astral Spa. I lavori prevedono la completa ristrutturazione dell’infrastruttura con demolizione delle due attuali campate in cemento armato e della pila centrale presente tra i due fasci di binari delle Ferrovie Roma-Lido e Metro C e successiva realizzazione di un nuovo impalcato in acciaio costituito da una unica campata.

Per una migliore fruibilità stradale e pedonale verranno inoltre allargate le attuali sedi passando da 6,40 metri a 8 per la piattaforma stradale, e da 1 metro a 2 per ciascuno dei marciapiedi presenti sul ponte. Per ciò che riguarda i tempi di realizzazione dell’opera, si considerano preliminarmente circa 2 mesi per lo spostamento di tutti i sottoservizi presenti sul ponte e successivamente 7 mesi per la demolizione del vecchio impalcato e ricostruzione del nuovo.

Dopo otto anni di attesa, finalmente possono partire i lavori sul Ponte Giulio Rocco – commenta l’assessore ai Lavori pubblici Ornella Segnalini -. Grazie al Dipartimento Csimu e alla Regione Lazio abbiamo superato alcuni aspetti complicati, come ad esempio le interferenze e con la metro e la ferrovia, e trovato le risorse necessarie che renderanno il tratto di strada nuovamente transitabile. Ringrazio gli assessori regionali Rinaldi e Ghera per la proficua collaborazione e Antonio Mallamo presidente di Astral, la società regionale che realizzerà il nuovo ponte Rocco, che già ci ha supportati anche nella riqualificazione di via Tiburtina”.

“Abbiamo inaugurato una stagione di grandi collaborazioni – conclude Segnalini -, oltre ad Astral anche con Anas e Rfi, avere più soggetti che realizzano i lavori è un bene per la città, ci permette di essere più rapidi e dare ai romani strade più sicure per soggetti fragili, pedoni, automobilisti e mobilità dolce“.

Dopo un iter travagliato che ha lasciato sospesa un’opera strategica per la qualità della vita dei cittadini di Ostense, San Paolo e Garbatella – dichiara il presidente del Municipio VIII Amedeo Ciaccheri – , il via libera da Astral per la partenza del cantiere del nuovo ponte di via Giulio Rocco è una notizia importante a conclusione del 2023. Voglio ringraziare l’assessora Segnalini che dal primo giorno ha preso in carico l’esigenza del territorio nel vedere avviata questa indispensabile opera. Adesso attendiamo con emozione l’avvio del cantiere che ristabilirà una connessione viaria fondamentale“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati