Rioccupato l’Horus

Una risposta di democrazia e partecipazione dai territori
di Roberta Diglio - 12 Dicembre 2008

Precari dello spettacolo, studenti e centri sociali hanno rioccupato il 12 dicembre mattina l’Horus a piazza Sempione.

Un’occupazione e una lotta che vogliono riaprire spazi di democrazia e partecipazione contro quelle politiche liberiste e securtarie approntate dal governo nazionale e dai tanti enti locali amici per far pagare l’attuale crisi ai lavoratori, ai pensionati, alle precarie, agli studenti, ai migranti e ai tanti/e che oggi soffrono i morsi lancinanti di una crisi economica e sociale devastante e con chiare connotazioni “di classe”.

Da un lato si finanziano e salvano banche e imprese amiche, si proteggono evasori e speculatori e dall’altro si accentuano riduzione dei servizi sociali e culturali, dei diritti del lavoro e civili e si lanciano offensive poliziesche con sgomberi, espulsioni, divieti di manifestazioni e modifiche costituzionali a sancire il “nuovo ordine”.

Farmacia Federico consegna medicine

Come PRC IV municipio siamo a fianco dell’Horus occupato e chiediamo alle istituzioni municipali e comunali di assumere un impegno concreto, nel previsto tavolo di confronto che si terrà a giorni, perché tale luogo rimanga uno spazio pubblico aperto, di discussione e di iniziativa, momento di aggregazione sociale e culturale in un territorio sempre più soggetto alla speculazione e al degrado.

Parla così il comunicato stampa del Prc del IV Municipio, uscito questa mattina, 12 dicembre 2008.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti