Roma ancora tra le città più fotografate al mondo

È il sito Sightmap a stilare la classifica mantenendo, per il secondo anno, la città eterna subito dietro al primato di New York
Giulia Felici - 15 Luglio 2015

La bella stagione è la più fertile per il settore turistico. Frotte di visitatori chiudono la valigia si armano di macchina fotografica e partono per una vacanza o un weekend per staccare qualche giorno dalla routine quotidiana.

Roma lo conosce bene questo fenomeno, da sempre meta privilegiata di chiunque. Da tutto il mondo si arriva per annusare l’aria che sa di storia, unica e inconfondibile perché in tutto il mondo non esiste una tale bellezza. Ma questi non sono più solo luoghi comuni di chi non vuole vedere i reali disagi che tale città affronta tutti i giorni, il fascino eterno è stato confermato anche quest’anno proprio dai turisti che passeggiano sui sanpietrini tutto l’anno e dalle loro fotografie. Anche nel 2015, infatti, Roma si aggiudica il secondo posto tra le città più visitate e fotografate al mondo, dopo la mitica Grande Mela.

roma foto

È il sito web Signtsmap a stilare la classifica grazie al sistema di geolocalizzazione delle foto pubblicate dagli utenti. Questo portale è stato introdotto lo scorso anno da Google Panoramio e permette appunto di vedere su un planisfero, i luoghi più visitati al mondo in base al numero di foto che vi sono state scattate. L'”heatmap” mostra in una mappa termica le aree scure, meno visitate e apprezzate, e quelle colorate in rosso, arancio e giallo a significare un ampio archivio di foto che rendono quella città tra le più amate.

Ognuna è segnata dai cosiddetti “markers”, cioè puntatori che, se cliccati, forniscono alcune informazioni come la posizione nella classifica, lo zoom, il salvataggio con relative note, ma anche foto panoramiche che riportano al sito Panoriamio per poterle commentare, il servizio di street view, il link a Wikipedia, wikivoyage, Trip Advisor e Google. Ai markers si aggiungono le icone della barra degli strumenti sulla parte superiore della pagina per navigare all’interno del sito, creare degli itinerari personalizzati con tutte le informazioni per il viaggio in macchina o a piedi e i relativi tempi di percorrenza, condividere gli spostamenti e le foto delle città visitate nei social network più famosi come Facebook, Twitter e GooglePlus. Cliccando poi su “me”, Sightmap geolocalizza la posizione attuale dell’utente così da poter orientarsi e magari scoprire luoghi sconosciuti da visitare. Muoversi tra i servizi che offre il portale è semplice grazie alle informazioni che appaiono sullo schermo ad ogni click, anche se ancora solamente in lingua inglese.

sightsmap

Roma non poteva che far parte delle capolista nella classifica mondiale, difendendo a spada tratta quell’orgoglio di cui troppo spesso dimentichiamo di godere. Lo stesso orgoglio che i viaggiatori di tutto il mondo ci hanno riconosciuto a colpi di click fotografici.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti