Semafori non pedonali sulla Palmiro Togliatti

A cosa servono?
riceviamo e pubblichiamo - 21 Settembre 2011

Tutte le mattine percorro la Palmiro Togliatti e nel tratto che va dalla Casilina alla Prenestina ho notato che il semaforo all’altezza de Distributore AGIP (al lato opposto purtroppo morì una ragazza investita da un autobus) non è a chiamata pedonale, come dovrebbe essere, ma segna rosso anche quando non transita nessun pedone. Quindi le auto si fermano al semaforo anche senza motivo. 
Procedendo più avanti troviamo un altro emaforo all’altezza del civico 800, 100 metri prima dei binari del capolinea del tram, anche qui non passa nessun pedone e tutti fermi al semaforo a consumare benzina, più traffico, più inquinamento acustico e atmosferico e soprattutto senza avere nessun motivo e beneficio.
MI chiedo se non basti il traffico che è stato creato da questo Corridoio dell’ immobilità: da quando è stato realizzato non si è mai visto tanto traffico nelle ore di punta su questa strada: se un tempo ci volevano di 10 minuti per andare da Cinecitta 2 a Ponte Mammolo oggi occorre oltre mezz’ora.
Non ci vuole nulla ma solo buonsenso nel rendersi conto che basterebbe poco.

Emanuela


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti