Servizio Civile, prima esperienza lavorativa a molti sconosciuta

74 posti nell’UICI di Roma. La domanda scade il 26 gennaio 2022
G. F. - 10 Gennaio 2022

E’ da sempre la prima difficoltà di ogni ragazza o ragazzo, quella di iniziare a redigere il proprio curriculum lavorativo. Così ai dubbi di ognuno si affiancano la mancanza di strutture per l’orientamento, le problematiche di affidabilità nelle assunzioni e la precarietà dei contratti non lasciano molto spazio ad un giovane che, avendo ultimato il suo percorso di studi intende iniziare a fare esperienza per affacciarsi nel mondo del lavoro.

Così Giulio, neo liceale in corsa per la sua prima selezione, ci fa subito notare: “Leggo nelle ricerche di personale che occorre avere esperienza, in questi casi è per me praticamente impossibile rispondere all’annuncio oltre che frustrante”. Poi ci chiede: “Come posso far crescere le mie competenze per dimostrare di essere una persona valida ed affidabile?”.

Abbiamo spesso riconosciuto il rammarico di Giulio in molti altri suoi coetanei e sempre rispondiamo che ci sono diverse strade per superare l’impasse curriculare” – ci spiega Giuliano Frittelli Presidente dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Roma – “Alcune scelte vanno verso un compromesso caratterizzato spesso dalla breve durata del contratto, dall’assenza di tutele, e a volte da un elevato grado di sfruttamento della persona; ce ne sono altre invece alle quali ancora oggi i giovani non fanno molta attenzione; forse per banali pregiudizi, poca conoscenza o la convinzione che sia semplicemente perdita di tempo, ossia la strada del Servizio Civile Universale.

In tal senso l’unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Roma fin dal 2001 ha sempre colto quest’opportunità per offrire ai giovani prospettive di crescita formative e lavorative attraverso i suoi progetti dedicati a ridurre le disuguaglianze all’interno del contesto socio‐culturale in cui vivono i soggetti con disabilità visiva per promuovere e potenziare una maggiore inclusione sociale, assicurando al contempo pari opportunità, riduzione delle disuguaglianze, il contrasto a pratiche discriminatorie nonché l’adozione di adeguate politiche di protezione sociale.

Quest’anno, l’UICI di Roma offre complessivamente 74 posti in 2 progetti da realizzare su Roma, e 16 posti in 1 progetto da realizzare nel Territorio dei Castelli Romani. Durano 12 mesi e una modalità d’impiego che prevede 25 ore di servizio settimanale.

Il volontario che prenderà servizio, stipulerà un contratto con il Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile e riceverà da questo direttamente un trattamento economico mensile di Euro 444,30. È inoltre previsto il rilascio a conclusione del servizio di un attestato di espletamento del Servizio civile riconosciuto da un ente terzo.

Ecco allora i progetti dell’UICI di Roma 2022-2023 ai quali chi ha dai 18 ai 28 anni può fare domanda, utilizzando il seguente link: https://www.uicroma.it/chi-siamo/servizio-civile-con-luici-di-roma

  • Percorsi di inclusione sociale permanente

Il progetto denominato Nuovi orizzonti di attivismo civico: un patto formativo per l’inclusione sociale, mediante un approccio trasversale e multidimensionale rispetto ai temi delle disuguaglianze riconducibili alla disabilità visiva ha come obiettivo il miglioramento dell’integrazione sociale, del livello culturale e del grado di autonomia dei disabili della vista. Qui le attività che saranno svolte dagli operatori volontari del Servizio Civile Universale: https://www.uicroma.it/wp-content/uploads/2021/12/SINTESI_PROG_1-percorsi-di-inclusione-sociale-permanente.pdf

Centro Commerciale Primavera
  • Istruzione e formazione dei disabili visivi

Il progetto è inserito nel programma di intervento denominato Nuovi orizzonti di attivismo civico: un patto formativo per l’inclusione sociale, attraverso la fattiva collaborazione, in tema di inclusione scolastica e istruzione di qualità, con l’ente di accoglienza Biblioteca Italiana per i Ciechi “Regina Margherita”.

L’obiettivo del progetto è quello di «garantire un accesso equo a tutti i livelli di istruzione e formazione professionale: sostegno all’integrazione scolastica e alla crescita culturale e professionale dei disabili della vista». Qui le attività che saranno svolte dagli operatori volontari del Servizio Civile Universale:

https://www.uicroma.it/wp-content/uploads/2021/12/SINTESI_PROG_6-istruzione-e-formazione-dei-disabili-visivi.pdf

L’unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Roma invita al Servizio Civile Universale con i propri progetti, vitali per chi non vede e valoriali per chi li vive.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti