Si staccano frammenti dal capitello della Fontana di Trevi

E’allarme sulla tutela e conservazione dei monumenti di Roma
di Serenella Napolitano - 12 Giugno 2012

Crolli. Ecco la parola d’ordine che riecheggia da un monumento all’altro di Roma. Questa volta a staccarsi dal loro luogo di origine sono stati alcuni frammenti di stucco del capitello della parte sinistra della Fontana di Trevi. E’ successo nella tarda serata del 10 giugno 2012 e sul posto sono intervenuti immediatamente il sovrintendente ai Beni Culturali di Roma Capitale, Umberto Broccoli, i tecnici della sovrintendenza, i vigili del fuoco e la polizia di Roma Capitale. Sono stati proprio i vigili in servizio alla Fontana di Trevi ad accorgersi dei frammenti.

Broccoli ha spiegato che c’è stato “un piccolissimo distacco di 6-7 cm di stucco dal capitello nella parte sinistra della fontana, in alto e che si tratterebbe dello stucco di una piccola parte della foglia del capitello”.
Non è escluso che le cause dalla caduta dei frammenti siano legate al maltempo e alle nevicate dell’inverno scorso. La situazione sarebbe sotto controllo secondo Broccoli che non si dichiara allarmato per l’accaduto.

Ben diversa è la posizione di Marco Miccoli, segretario romano del Pd: “ La Fontana di Trevi sta crollando, ma Alemanno invece di pensare al restauro ha in testa solo quale sponsor da coinvolgere in questa operazione finanziaria. Dopo il flop della ristrutturazione del Colosseo, che ancora deve partire, siamo davanti ad un nuovo bluff del peggior sindaco che Roma abbia mai avuto. Invece di cercare sponsor, Alemanno pensi ad amministrare meglio le casse del Campidoglio: tartassa i cittadini, spreca con ‘Parentopoli’ e ora va a cercare soldi privati per Fontana di Trevi”.

In seguito all’accaduto, il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno ha dichiarato: “Fontana di Trevi ha bisogno di interventi e magari come per il Colosseo ci potrebbe essere una sponsorizzazione per mettere in sicurezza la fontana”.
“Ci auguriamo che al Colosseo – aggiunge – i lavori di restauro comincino nel corso dell’estate. A breve – continua – avrò un incontro con Ornaghi e dobbiamo ragionare per trovare anche attraverso forme diverse la possibilità di costruire un fondo speciale per tutelare i monumenti più importanti di Roma”.

“Stiamo monitorando la situazione – spiega il sindaco riferendosi al celebre monumento della Capitale – c’è un problema di carenza di risorse per i restauri e su questo serve uno sforzo comune da parte nostra e dello Stato”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti