“Solidarietà ai lavoratori di Mercatone Uno, Mise intervenga subito per commissariamento o acquisizione”

Lo dichiarano in una nota il Segretario PD V Municipio Riccardo Vagnarelli e il Responsabile tavolo lavoro municipale Alessandro Mauriello
Redazione - 31 Maggio 2019
Abitare A Speciale

“Quanto sta accadendo ai lavoratori di Mercatone Uno, lasciati a casa da un giorno all’altro e avvisati con un messaggio su WhatsApp, ci ferisce e addolora. Insieme a tutto il corpo dirigente del Pd V Municipio e ai coordinatori di circolo desideriamo esprimere la nostra più profonda solidarietà ai lavoratori coinvolti e ai loro cari. Siamo con loro e con le loro famiglie, ingiustamente vittime di una concezione del lavoro priva di qualsiasi umanità, prima ancora che di senso della concertazione”.

“Chi era impiegato nel punto vendita di Tor Tre Teste, così come in quelli di tutta Italia, ha diritto a risposte immediate e concrete. Auspichiamo che ci sia un pronto intervento da parte del Mise, affinché si acceleri sul tavolo avviato lo scorso 27 maggio e si giunga presto a una soluzione dignitosa. Ricordiamo, infatti, che questi stessi lavoratori avevano già dovuto subire una riduzione dell’orario, e quindi della retribuzione, quando nel 2018 era subentrato il gruppo Shernon. Lo stesso che oggi, dopo aver imposto un anno di sacrifici ai suoi dipendenti, li scarica come se nulla fosse”.

“Al Ministro Di Maio chiediamo quindi di giungere al più presto possibile a una soluzione tale da garantire ai lavoratori degli ammortizzatori sociali e uno stipendio, attraverso un nuovo commissariamento o promuovendo un’acquisizione da parte dei dipendenti sotto forma di Wbo. Il caso di Mercatone Uno serva infine a riflettere sulla necessità di nuove proposte di sviluppo economico e industriale per questa città. Che, purtroppo, in assenza di una visione politica, si sta lentamente impoverendo”.

È quanto dichiarano in una nota il Segretario PD V Municipio Riccardo Vagnarelli e il Responsabile tavolo lavoro del PD V Municipio Alessandro Mauriello.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti