Municipi: ,

40 anni. Una favola per te, una favola per noi

Il 27 settembre Francesco Totti capitano storico dell'As Roma spegne 40 candeline

Auguri Capitano! Un’ altra stagione è trascorsa e tu sei, ancora, il cuore e l’anima di una squadra e di una città che non ha voglia di farti stare in panchina. Anche questo 27 settembre è stato accompagnato da polemiche, come ogni anno, come da tradizione, come ogni Campione vero che non può far a meno di attirare l’attenzione su di sé.

Oggi compi 40 anni, non sono pochi per un calciatore che ha vissuto intensamente come te, gioie e dolori, vittorie e successi, infortuni e attimi di gloria, sfottò e applausi. Tu sei grande non solo per le tue giocate (che ancora regalano emozioni uniche) ma perché riesci ad essere dentro il cuore di ogni romanista.

La A.S Roma non sta passando un buon momento, al di là delle occasioni perse in campo, della difesa che traballa, la tua ‘quasi assenza’ pesa come un macigno. Eppure ancora ci si stupisce. Tu sei stato e sei l’ago della bilancia degli umori e dell’andamento di tutta una città che si riconosce in te.

10

Tu sei l’uomo dei record raggiunti sia personalmente che con la tua squadra. Tra i tanti come non citare “il maggior numero di presenze (605), il maggior numero di gol segnati (250) con lo stesso club il maggior numero di stagioni disputate in Serie A: 25 (tutte consecutive e con la stessa squadra) a pari merito con Paolo Maldini.

“Calciatore con più titoli vinti da capitano della squadra (5)”. “Unico calciatore italiano, insieme a Luca Toni, ad aver vinto la Scarpa d’oro”. “Calciatore con più gol segnati nel derby di Roma in campionato (11) e in assoluto in gare ufficiali (11, al pari di Dino da Costa)”. “Calciatore col maggior numero di premi come miglior giocatore italiano agli Oscar del calcio AIC (5)”.

A 40 anni sei ancora “er bimbo de oro” con l’incoscienza e la passione di un bambino che freme per giocare. Il tuo modo di stare in campo e di essere è fantasia allo stato puro, sorretta da una solida morale, quella che c’è dietro ad ogni favola, la stessa favola che ci hai regalato tu in questi 23 anni d’amore.

E nessun romanista vuole rinunciare a sentirsi raccontare la propria favola preferita.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati