Categorie: Ambiente Associazioni
Municipi: | Quartiere:

A proposito delle “note e notizie” sul Casale della Cervelletta

Una nota del Coordinamento Uniti per la Cervelletta

Si diffondono continuamente “note e notizie” sulla necessità di interventi economici per la messa in sicurezza, il restauro e valorizzazione del Casale della Cervelletta.

Tra le varie apprendiamo dal consigliere comunale Diaco (M5S) che “L’amministrazione Gualtieri stralcia dal bilancio in approvazione in questi giorni in Assemblea capitolina ben 5 milioni e 500mila euro previsti dalla giunta Raggi per il restauro e la valorizzazione del Casale e del Parco della Cervelletta.”

La notizia viene puntualmente contestata dalla Assessora all’Agricoltura, Ambiente e Ciclo dei rifiuti Sabrina Alfonsi : “ Prima che affermino che è stata definanziata questa o quell’opera, vorrei far notare che non devono fare confusione tra il Dup, documento unico di programmazione e senza impatto finanziario che elenca gli obiettivi che l’amministrazione si pone, e il piano degli investimenti, che è parte integrante del bilancio di previsione triennale. Le opere che i consiglieri hanno denunciato essere state stralciate, ad esempio il casale delle Cavalle Madri di Villa Ada, il parco di Via Ponderano, il Casale e parco della Cervelletta, la riqualificazione di Villa Lazzaroni, la manutenzione delle aziende agricole, erano contenute nel Dup, non nel bilancio, e sono state stralciate perché prive dei livelli minimi di progettazione necessari per la stima del costo effettivo delle opere”.

Che ci sia attenzione e dibattito sul Casale della Cervelletta è, in assoluto,  un fatto positivo. In questi ultimi anni il Coordinamento Uniti per la Cervelletta ha attivato iniziative, incontri culturali, visite guidate; ha partecipato ad appuntamenti cittadini e nazionali (Good Deeds Day , censimenti FAI luoghi del cuore, ecc.) ottenendo attenzioni e riconoscimenti  importanti. Nella sostanza (quella brutale dei soldi) il risultato più importante è avere, faticosamente,  favorito nel 2019 il recupero di 250.000 € che giacevano da anni tra le risorse comunali vincolate. Grazie a quei fondi è stato possibile cantierare la messa in sicurezza (completata nel 2021) della torre medievale e della parte danneggiata del tetto del casale. Quest’ultimo intervento era previsto già per la scorsa estate e una impalcatura di servizio (v. foto in alto) è già montata: ma i lavori sembra che realisticamente verranno avviati nella prossima primavera.

Terremo alta l’attenzione: dal 2001, anno di acquisizione del Casale della Cervelletta al patrimonio del Comune di Roma, tutte le amministrazioni hanno dichiarato e promesso interventi risolutivi. Di questi tempi, girano voci, anche all’interno dell’amministrazione comunale, di fondi stanziati o da stanziare: da parte della Sovrintendenza, dal Comune di Roma e/o dalla Regione Lazio, attraverso i fondi del PNRR; e  si parla di 3 di 7 di 10 milioni di euro! Cifre importanti che potrebbero restituire al godimento pubblico almeno una parte del Casale, ma di concreto al momento non c’è nulla se non il vagare incerto delle parole.

Coordinamento Uniti per la Cervelletta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati