Municipi: | Quartiere:

A Roma anche l’attivazione di un ascensore fa notizia!

Oggi è stato riattivato nella scuola elementare Boschetti Alberti di Pietralata, dopo sei anni d'attesa, l'ascensore. Una bambina disabile potrà così mangiare in mensa con i compagni

La notizia: Alla scuola elementare Boschetti Alberti in piazza Sacco a Pietralata viene riattivato un ascensore che – fermato anni fa per revisioni – era pronto dal 2010. Penalizzata bimba disabile. Tutto per la lentezza della burocrazia che invece di favorire, facilitare, operare pro, al contrario intralcia e crea disagi.

Il 22 febbraio il presidente del IV municipio Sciascia annuncia in un comunicato: “Finalmente, dopo anni di attesa, nella mattinata di domani verrà messo in funzione l’impianto ascensore della scuola Boschetti Alberti. L’impianto, infatti, è stato ultimato nel 2010 ma non ne è stata, ancora, effettuata la presa in carico da parte degli Uffici centrali di Roma Capitale; pertanto, sebbene funzionante, l’ascensore non ha potuto essere messo in servizio. Fin qui si tratta di una vicenda di ordinaria assurdità, ennesimo episodio di una burocrazia che non funziona con la sua esasperante lentezza. Dall’inizio di questo anno scolastico, però, la storia cambia aspetto e diventa vergognosa: a farne le spese, infatti, è un alunno di prima elementare che, avendo una disabilità motoria, non può raggiungere il locale mensa, posto al piano seminterrato. Ogni giorno è, quindi, costretto a pranzare in totale solitudine in classe, bloccato da barriere architettoniche insuperabili, nonostante la presenza dell’ascensore.
A Dicembre scorso sono stato informato dal Consiglio d’Istituto di questo problema e, da quel momento, mi sono attivato, come ho potuto, per trovare una soluzione ad una situazione ormai stagnante. In tal senso hanno lavorato, in questi mesi, anche i Consiglieri PD Lidia Stella e Nicolò Corrado. E così, grazie anche al supporto dato dall’arch. Di Nola, Dirigente del nostro Ufficio Tecnico, domani si procederà alla presa in consegna dell’impianto da parte degli Uffici Dipartimentali ed alla contestuale messa in esercizio.”

ScuolaBoschettiAlbertiIl consigliere Nicolò Corrado aggiunge: “Quando lo scorso dicembre andammo alla scuola di piazza Sacco con Stefano Di Traglia ci ponemmo diversi temi vedendo più di qualche situazione nascosta per decenni e mai risolta. Il primo obiettivo fu permettere ad una bellissima bambina tetraplegica di pranzare con i suoi compagni invece che da sola, bloccata da barriere architettoniche superabili con un ascensore che la portasse al piano mensa. E così ci siamo messi sotto e oggi, dopo almeno sei anni, se non di più, di fermo impianto siamo riusciti a far partire l’ascensore.”

Considerazioni: un ascensore, in una scuola romana, fermo da non si sa quando e che, finalmente riparato, aspetta altri sei anni perché la burocrazia si smuova per la riattivazione! Un danno per chi non ne può fare a meno e un disonore per una città intera.

Ora, se non fosse per i troppi scandali che da qualche tempo ci hanno sommerso,  sarebbe d’obbligo indire un’inchiesta e mettere alla porta i responsabili di questa assurda storia. Sì,ripeto, metterli alla porta ignominiosamente e togliere loro quel posto in Comune e quello stipendio che non hanno meritato.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙
Se riscontri problemi con la donazione libera contattaci: e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati