Acceso l’albero di Natale in piazza del Popolo

Tantissime luci calde per l'abete alto più di venti metri

Una vera e propria folla oceanica a piazza del Popolo nella giornata di venerdì 8 dicembre 2023 per l’accensione dell’albero di Natale della Capitale.
In migliaia, romani e turisti, si sono riversati nel centro storico per il conto alla rovescia scandito dal sindaco Roberto Gualtieri.

L’albero di Natale di Roma Capitale è stato “traslocato” dalla tradizionale location di piazza Venezia perché impegnata dai cantieri della Metro C.

Assieme all’albero, in un ideale passaggio di testimone tra una piazza e l’altra, si sono gradualmente accese anche le luminarie di via del Corso, dedicate al tema della pace.

Ad accendere le decorazioni il sindaco di Roma Roberto Gualtieri con Barbara Marinali, presidente di Acea, che ha curato l’illuminazione artistica.
Alto 21 metri, arriva da Como. È decorato con 800 palline e 100.000 Led.
All’inaugurazione, condotta da Roberta Lanfranchi, la Scuola di Canto corale del Teatro dell’Opera di Roma con ragazzi e ragazze, bambini e bambine, tra i 9 e i 15 anni.

“Ci siamo spostati – ha detto il sindaco davanti a una piazza gremita – perché ora a piazza Venezia c’è l’idrofresa che scava la stazione della metro più bella del mondo.
È un momento di trasformazione per rendere la città più moderna ma non potevamo rinunciare a questa tradizione in questa meravigliosa cornice.

Ringrazio ancora Acea che ha realizzato anche l’illuminazione di via del Corso, e altri 14 alberi, uno per Municipio.
In via del Corso c’è scritto pace in tante lingue: abbiamo bisogno di pace, dobbiamo pensare a chi soffre e da Roma, citta della pace, vogliamo mandare un messaggio fortissimo.

Da parte nostra – ha detto ancora Gualtieri – c’è anche l’mpegno per rendere la città più sicura e luminosa”.

“Acea – ha aggiunto la presidente Marinali – anche quest’anno ha realizzato una bellissima illuminazione artistica dedicata alla pace, che manca in tante parti del mondo. Ma anche la pace e la serenità che speriamo di poter diffondere a Roma con le nostre illuminazioni artistiche, qui e in tanti altri bellissimi luoghi della città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati