Al via la stagione 2022-23 della Pallavolo Laziale

Premiate le società e i campioni del territorio. Il Ct De Giorgi. Cecchi: “Protagonisti del futuro”. Burlandi: “Dopo il Mondiale con entusiasmo”
Redazione - 3 Ottobre 2022

“Il Comitato Regionale Lazio è molto importante per la nostra pallavolo. Tanti talenti crescono grazie a voi”. Con queste parole il Ct della Nazionale Fefè De Giorgi ha inaugurato – in videocollegamento – la stagione 2022-23 della FIPAV Lazio, partita ufficialmente oggi con l’assemblea delle società durante la quale sono stati svelati i calendari ufficiali dei campionati di Serie C e Serie D e sono state premiate le eccellenze del 2021-22 alla presenza di quasi 300 tra dirigenti, allenatori e atleti. “Vi auguro di cuore una bella stagione ricca di soddisfazioni – ha aggiunto l’allenatore dell’Italvolley campione del mondo – sperando che il nostro risultato abbia portato ulteriore entusiasmo e passione”.

L’evento si è svolto al Palazzo delle Federazioni di viale Tiziano e vi hanno partecipato anche il presidente FIPAV Lazio Andrea Burlandi, il vicepresidente della Federazione Italiana Pallavolo, Luciano Cecchi, i presidenti territoriali Martinelli, Romano, Mantua e Centini, i consiglieri del CR, Roberto Tavani della Regione Lazio e Ferdinando Bonessio, presidente della Commissione Sport di Roma Capitale. Un momento di partecipazione e condivisione tornato a svolgersi in presenza dopo 3 anni (a causa dell’emergenza sanitaria), che ha fatto seguito agli Stati Generali del Volley del Lazio della giornata di sabato nei quali il consiglio regionale, quelli territoriali e i presidenti dei Comitati hanno potuto gettare le basi del futuro.

Dopo i saluti istituzionali di rito, la FIPAV Lazio ha premiato tre dei suoi giovani che durante l’estate si sono laureati campioni d’Europa con le nazionali giovanili: Luca Loreti nell’Under 18 maschile (cresciuto nella Fenice, oggi in forza ai Lupi Santa Croce), Laura Franceschini nell’Under 17 femminile (Volleyrò Casal de’ Pazzi) e Martina Armini nell’Under 21 femminile (Perugia, cresciuta nel Volleyrò). Dopo aver ricordato anche i success di Lupo, Gradini, Frasca, Sacripanti e Bonifazi nel beach volley e di Flavia Barigelli nel sitting volley, la mattinata è proseguita con la premiazione degli arbitri neopromossi in Serie B (Di Francesco, Galletti, Fornito e Laggiri), in Serie A (Mannarino), al secondo livello nazionale del beach volley (Palma) e di Christian Battisti che ha conseguito la qualifica di general manager di Beach Paravolley. All’ufficiale di gara Silvia Altieri è stato consegnato il Premio Lucio Bellone, riconoscimento all’arbitro che nel corso della stagione si è distinto in campo e sui libri nel percorso universitario: Altieri si è laureata con 110 e lode in Scienze Linguistiche, Letterari e della Traduzione e ha ricevuto questo prestigioso premio direttamente dalle mani di Mariella Ciurleo, moglie dell’indimenticato Lucio.

Particolarmente sentita anche la premiazione del Gran Premio Giovani-Trofeo Decathlon, progetto che intende omaggiare le società che – secondo criteri oggettivi – meglio hanno saputo lavorare nei settori giovanili: nel femminile Volleyrò (1°), Volley Friends (2°), Duemila12 (3°), Pallavolo Tor Sapienza (4°), Olimpia Volley (5°) e Futura Terracina (6°) e nel maschile Marino Pallavolo (1°), Roma7 (2°), Fenice (3°), KK Eur (4°), Roma XVI (5°) e Duemila12 (6°). Premiata come vincitrice della “classifica unica” la Fenice Pallavolo, avendo partecipato ai campionati di Eccellenza sia nel maschile sia nel femminile. Subito dopo la FIPAV Lazio ha consegnato i trofei alle squadre e agli allenatori promosse/i nella stagione 2021-22: Appio Roma e Pallianus in Serie B maschile, Futura Terracina e ICS Santa Lucia in Serie B2 femminile, Volleyball S. Monica, Anzio Pallavolo, JVC Civita Castellana e Pall. Tor Sapienza in Serie C maschile e Virtus Roma, RIM Cerveteri, Egan Volley, Volley Priverno, Albano e Sales in Serie C femminile. Come da tradizione, infine, il Comitato ha ringraziato le società che hanno messo più volte a disposizione i propri impianti per gli allenamenti del Centro di Qualificazione Regionale (Formello, Civitavecchia Volley, Guidonia Volley, Volley Group, Marino, Sant’Elia, Fondi, Volley Life, Sempione, Intent Zagarolo, Roma 3 VBC, Volley Friends, Pall. Tor Sapienza, Maglianese e Anguillara) classificatosi al 5° posto (femminile) e al 7° posto (maschile) all’ultimo Trofeo delle Regioni di Salsomaggiore Terme e ha festeggiato i compleanni “a cifra tonda”, un momento sempre sentito che riallaccia il filo tra il presente, il futuro e la storia; e quindi, i 20 anni di affiliazione per Valcanneto, KK Eur, Virgilio, VBC Viterbo e Serapo Volley Gaeta, i 30 anni di affiliazione per Lupi di Marte, Roma XV, Vertumno Sport, Olimpia Volley Sora, Pallavolo Frosinone ’92 e Nuova Magliana, i 40 anni di Prometeo Monteverde e Palombara Pallavolo e il mezzo secolo di attività federale per l’Ostia Volley Club del presidente Pietro Colantonio e per la Pallavolo Antrodoco di Ferdinando Poscente.

 

Il responsabile degli arbitri del Lazio Stefano Cesare e il responsabile della Commissione Gare Luca Bencivenghi hanno inoltre illustrato, rispettivamente, le novità regolamentari e le formule dei campionati regionali. Nel corso del suo intervento, il presidente FIPAV Lazio Andrea Burlandi ha ricordato invece i compagni di viaggio della Pallavolo Laziale. A partire da Acea, al fianco del CR dal 1995 e pronta a tagliare il traguardo dei 30 anni di Volley Scuola nel 2023, e dall’Istituto per il Credito Sportivo, banca pubblica al servizio dello sport e da 6 anni co-organizzatrice del Beach Tour Lazio (prossimo a festeggiare il ventennale). Mentre per Decathlon – azienda che riunisce sotto il proprio marchio oltre 1500 negozi di articoli sportivi su scala mondiale – ha preso la parola l’account manager Vito Antonio De Francesco, il quale ha illustrato i risultati della partnership con FIPAV Lazio presentando le ulteriori iniziative del futuro.

“Si alza il sipario su una stagione che ci auguriamo essere avvincente e ricca di soddisfazioni per il nostro territorio – le parole di Burlandi – il Mondiale vinto dagli azzurri sta creando un entusiasmo collettivo che porterà sempre più giovani nelle palestre. Abbiamo una grande responsabilità educativa e sportiva, ma sono certo che con competenza ed entusiasmo sapremo e saprete cogliere tutte le sfide del futuro”.

“La federazione è sempre stata al fianco delle sue società – ha proseguito Luciano Cecchi – sostenendole nel momento di maggior bisogno dopo la pandemia con provvedimenti concreti e sgravi dei costi. Ora ripartiamo con la consapevolezza che il nostro sport ha un grande futuro, come dimostrano le vittorie di tutte le competizioni giovanili alle quali abbiamo partecipato quest’anno

Dar Ciriola

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti