Allarme smog nella Capitale: “I fragili restino a casa”

Le raccomandazioni del Campidoglio, 'andare a piedi o in bici'

Qualità dell’aria pessima nella Capitale e la salute di milioni di cittadini è a rischio: la situazione smog a Roma non è delle migliori, anzi.  Per questo il Campidoglio evidenzia “per la giornata di oggi – Mercoledì 3 Gennaio 2023–  e per i prossimi giorni una situazione di criticità con il rischio di superamento dei valori limite per le concentrazioni degli inquinanti atmosferici” e invita le persone più fragili a evitare “prolungate esposizioni” all’aria aperta.

Il Comune, inoltre, raccomanda “azioni volontarie” preventive per abbassare i livelli di smog. Il report sulla qualità dell’aria del 1 gennaio 2024 indicava uno sforamento delle polveri sottili (Pm10) in tre centraline della Capitale: Preneste, Corso Francia e Tiburtina; quello relativo invece a ieri 2 gennaio 2024 invece indica valori tutti al di sotto delle soglie nazionali. Ciononostante, spiega il Comune di Roma sul suo sito istituzionale, le previsioni “in considerazione delle previsioni modellistiche fornite dall’Arpa Lazio” di avere nelle prossime ore aria pulita non sono rosee.

Per questo il dipartimento Ciclo dei rifiuti, Prevenzione e Risanamento dagli inquinamenti ha emesso una determinazione dirigenziale, la 6 del 03-01-24, con la quale si rende noto alla cittadinanza l’opportunità per i “soggetti a rischio” (cioè “bambini, donne in gravidanza, persone anziane, cardiopatici, soggetti con patologie respiratorie”) di “evitare di esporsi prolungatamente alle alte concentrazioni di emissioni”. Inoltre vengono indicate “azioni volontarie” per tenere basso il livello di inquinamento: utilizzare i mezzi pubblici e lo sharing, preferire veicoli elettrici o a metano, limitare l’uso del riscaldamento, non sostare a motore acceso, usare la bicicletta o andare a piedi.

Oggi e domani inoltre resta in vigore quanto indicato da un’altra determina, la 3 del 2-1-24, che prevede un rafforzamento del lavoro dei vigili urbani per fluidificare il traffico su alcune arterie ad alta percorrenza come i lungoteveri, corso Italia, Castro Pretorio, ma anche corso Francia, viale Trastevere, via Oderisi da Gubbio, circonvallazione Trionfale, viale Palmiro Togliatti e molte altre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati