Altro che Allah – Dolcetti e caramelle per festeggiare i proiettili di Parigi

Fatti e misfatti di novembre 2015
Mario Relandini - 17 Novembre 2015

Altro che Allah

“Sono riuscito a lasciare la Francia – così il marocchino Abdelhamid Abaaoud, la “mente” della carneficina di Parigi – nonostante avessi addosso tutti i loro 007. C’era la mia fotografia ovunque, un agente mi ha pure fermato, ma non mi ha riconosciuto e mi ha lasciato andare. E’ che Allah li ha resi ciechi”.

Il terrorista marocchino Abdelhamid Abaaoud può pure ritenere, naturalmente, che Allah non abbia altro da fare che proteggere gli assassini che agiscono in suo nome. La verità, invece, è che l’episodio della sua fuga è l’ennesima testimonianza di quanto poco sia efficiente ed intelligente l’ “Intelligence” francese. E anche quella belga.

Dolcetti e caramelle per festeggiare i proiettili di Parigi

“I terroristi dell’autoproclamatosi Stato islamico – nella città di Sirte – hanno intanto distribuito dolcetti e caramelle, alla loro popolazione, per festeggiare i proiettili mortali distribuiti, a Parigi, alla popolazione francese”.

Già che c’erano avrebbero potuto confezionare un immenso “Saint Honoré” sormontato da 129 “bigné”: uno per ogni innocente ucciso. Vergogna, assassini.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti