Assunti nuovi operatori ecologici e seppellitori

Nuove assunzioni AMA, che ne annuncia altre per i prossimi giorni. "Erano 12 anni (precisamente da ottobre 2009) che non venivano effettuate assunzioni nel comparto cimiteriale"
Redazione - 28 Settembre 2021

Assunti oggi 88 operatori ecologici

Formalmente assunti oggi 88 operatori ecologici, addetti a tempo pieno alle attività di spazzamento, raccolta dei rifiuti e tutela del decoro urbano.
Sono qualificati ed hanno esperienza e una apposita commissione esaminatrice ne ha valutato le capacità tecniche (abilità di guida, manovra con mezzi per la raccolta dei rifiuti, ecc.).

Nei prossimi giorni, concluse le attività formali abituali, svolgeranno attività di formazione e addestramento presso la sede operativa e su strada seguendo il lavoro degli equipaggi già impegnati sul territorio.

“Entro il mese di ottobre, saranno assunti ulteriori 100 operatori ecologici e 40 meccanici” fa sapere l’Amministratore Unico di AMA, Stefano Zaghis.

Assunti 20 seppellitori

Il 27 settembre sono stati assunti 20 seppellitori che saranno assegnati questa settimana al Cimitero Flaminio (Prima Porta), dove effettueranno la formazione obbligatoria propedeutica all’entrata in servizio.

“Erano 12 anni (precisamente da ottobre 2009) che non venivano effettuate assunzioni nel comparto cimiteriale” rende noto Stefano Zaghis.

I nuovi assunti hanno superato le prove pratiche classificandosi ai primi posti a conclusione dell’iter specifico di candidatura e selezione.

“L’arrivo dei primi 20 nuovi seppellitori – dichiara Zaghis – è la risposta concreta di quanto AMA, d’intesa con Roma Capitale, stia lavorando fattivamente per rafforzare e sostenere un comparto tanto importante e delicato. La nostra volontà è quella di migliorare costantemente il servizio ai cittadini di Roma e nel corso del prossimo mese ci saranno ulteriori novità in tal senso”.

La richiesta di De Vito perché sia il Comune a gestire i cimiteri

Per nulla soddisfatto della situazione dei cimiteri il capogruppo di Forza Italia in Campidoglio, Marcello De Vito, oggi ha dichiarato che “Con una mozione a mia firma, presentata lo scorso agosto, ho chiesto che sindaca e assessori competenti valutassero la reinternalizzazione dei servizi cimiteriali attualmente gestita da Ama.
La pandemia di Covid ha evidenziato i disservizi e le criticità dell’attuale gestione, facendo emergere la fragilità del sistema cimiteriale romano non solo per la mancanza di investimenti nella costruzione di nuovi cimiteri e per l’ampliamento di quelli esistenti, ma anche per la mancata costruzione di nuovi forni per le cremazioni e per l’inesistente manutenzione; non ultimo, il ritardo nell’approvazione dei Bilanci.
I cimiteri romani hanno bisogno di una riforma dell’intero settore. Siamo arrivati a fine consiliatura e i cittadini continuano ad assistere all’incuria e al degrado di luoghi completamente dimenticati dall’Amministrazione capitolina: pieni di buche, rifiuti, infiltrazioni d’acqua, erbacce. Un servizio vergognoso che mette a rischio la sicurezza di quanti visitano quei luoghi, offende la memoria di chi non c’è più nella più totale mancanza di rispetto delle persone e del loro dolore.
La creazione di una nuova struttura capitolina sarà uno tra i primi impegni cui daremo seguito con l’avvio della nuova consiliatura”.

Dar Ciriola

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti