Sport Incontro tutto per lo sport

Casilino 900: sopra i rifiuti e sotto i veleni

Alessandro Moriconi - 28 Marzo 2021

Finalmente grazie anche a Marco Agostini dell’Agenzia DIRE i rifiuti interrati sotto all’ex Casilino 900 tornano in prima pagina e all’attenzione dell’opinione pubblica mettendo in evidenza una vergogna tutta romana insieme alla vertenza dei rottamatori di cui si parla solo ma senza compiere nessun passo avanti.

Rimangono infatti chiusi senza poter ritirare auto per la demolizione e questo con gravi danni alla città e ai proprietari di auto da rottamare. Marco Agostini è stato l’ultimo giornalista che ha preso di petto la vicenda, che noi teniamo sotto osservazione da parecchi anni, con una inchiesta che è arrivata a tirar fuori  prove inedite insieme a comuni cittadini e commercianti locali.

Ma non possiamo dimenticare la perseveranza del Comitato Pac Libero nel denunciare anche durante le audizioni nelle Commissioni Ambiente, Cultura e Trasparenza tutti i ritardi nel rispetto degli impegni assunti sia per la bonifica del “canalone” e dell’intero Parco e dobbiamo pubblicamente ringraziare i giornalisti Ilaria Dionisi, Rossella Santilli, Rossana Livolsi, Ginevra Nozzoli, Beatrice Nencha, Laura Bogliolo, Elena Malizia e tanti altri che nel corso di questi anni hanno denunciato con servizi fatti di testimonianze ed immagini inoppugnabili, lo l’estremo degrado di questo quadrante ben visibile ad occhi nudi (se si ha voglia di vedere).

Adesso aspettiamo che dopo il clamore mediatico subentrino le ruspe nella speranza che esaurita la notizia del ritrovamento della prova che mancava per dare certezza alle denunce che “alcuni amministratori” del passato hanno bollato come falsa e non vera, il tutto NON torni nell’oblio… come purtroppo sono soliti fare amministratori molto loquaci, ma poco capaci!

Noi come sempre vedremo e riferiremo documentando con immagini che parlano da sole.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti