Cattivi esempi – Cutolo boss ingenuo? – Corridoi

Fatti e misfatti di marzo 2015
Mario Relandini - 2 Marzo 2015

Cattivi esempi

“L’elicottero di Stato sul quale il “premier” Renzi stava tornando – questa mattina – da Firenze a Roma è stato costretto ad atterrare, sembra a causa del maltempo, in un campo di calcetto nei pressi di Arezzo”.

Matteo, dunque, con le scarpe nel fango? Macché. Un’ “auto blu” è arrivata di gran carriera, lo ha ospitato a bordo e lo ha felicemente condotto fino a Palazzo Chigi. Tutto è bene, comunque, quel finisce bene. Resta, tuttavia, un interrogativo: ma perché il “premier” Renzi, invece di prendere il “Frecciarossa” che da Firenze impiega un’oretta per arrivare a Roma, si è voluto spostare su quell’elicottero di Stato che tra l’altro, non potendo atterrare in centro città, gli avrebbe fatto perdere più tempo? Perché il Presidente della Repubblica sì e lui no? Matteo Renzi, insomma, non edificante esempio di menefreghismo “spending review”.

orbitorioCutolo boss ingenuo?

“Io sepolto vivo in cella – ha minacciato il boss della “Nuova camorra organizzata” Raffaele Cutolo – Ma, se esco e parlo, crolla il Parlamento. Chi è al comando oggi è stato messo lì da chi veniva a pregarmi”.

Ma, dopo questa minaccia, il boss Raffaele Cutolo ritiene davvero che potrebbe uscire dalla cella finché è vivo? Se fosse vero quello che ha detto, non converrebbe certo a nessuno. In Parlamento e dintorni.

Corridoi

“Se qualcuno ha visto un cadavere in un corridoio – ha tenuto a chiarire, a proposito della chiusura, per almeno due mesi, dell’ “Istituto di medicina legale” dell’Università “La Sapienza”, il rettore Eugenio Gaudio – è perché lo stavano trasportando da qualche altra parte”.

Dar Ciriola

In un altro corridoio?


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti