Cimitero Laurentino abbandonato dall’Ama

E quel secchione per l'immondizia cosa ci sta a fare in mezzo alle tombe?
riceviamo e pubblichiamo - 3 Novembre 2009

Il cimitero Laurentino negli ultimi due/tre anni ha avuto, certamente, da parte dell’AMA, un calo di attenzione e di riguardo nel mantenere il giusto decoro e grado di manutenzione stabilito dal contratto di servizio firmato con il Comune di Roma.
Da troppo tempo si sta aspettando che vengano terminati lavori di spostamento di terra, preparazione ed asfaltatura della strada e del
parcheggio dei riquadri VII – X – XI, della posa in opera del marciapiede che costeggia il riquadro X e della ristrutturazione dei tre gazebo con fontane tra i riquadri VII e X.
Durante il periodo caldo e secco, il continuo passaggio di auto polverizza il terreno pozzolanico che ricade, coprendole, sulle tombe dei riquadri VII e X. Durante il periodo delle piogge, invece, fango a volontà. Però, in occasione della ricorrenza del 2 novembre, sono stati piantati un bel pò di cipressi ed è stata tappata qualche buca nell’asfalto, ma solo nelle vicinanze del palco che ospitava le autorità. Nel frattempo, gli uffici dell’AMA stanno cadendo e stanno già attrezzando il terreno dove saranno costruite nuove strutture, naturalmente con i soldi dei cittadini che pagano le tasse.
E quel secchione per l’immondizia, (vedi foto), cosa ci sta a fare in mezzo alle tombe?

Giorgio Endrizzi


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti