Comunicato stampa congiunto di Associazioni e Comitato contro lo stadio a Pietralata

In risposta alle dichiarazioni rilasciate in data odierna dal Segretario romano del PD Enzo Foschi con la richiesta di un confronto pubblico

“Ancora una volta siamo costretti a rimarcare la sostanziale differenza comunicativa e di visione delle città che porta i cittadini ad allontanarsi sempre più da una politica interessata esclusivamente a “non fare brutta figura con investitori privati (quindi con interessi privati)”.

Così si esprimono in risposta alle dichiarazioni rilasciate in data odierna dal Segretario romano del PD Enzo Foschi, le associazioni, i comitati ed i cittadini contrari all’edificazione dello stadio a Pietralata.

“Ancora una volta – prosegue la nota – siamo costretti a ricordare agli esponenti politici di turno che il primario interesse che dovrebbero perseguire è quello esclusivo della “COSA PUBBLICA” a favore dei cittadini e non quello di introiti economici o della costruzione di “grandi opere private su suolo pubblico”.

“Ancora una volta siamo costretti a smentire, in maniera categorica, la totale assenza di qualsivoglia forma di dibattito o confronto con gli esponenti politici di maggioranza del IV Municipio, arroccati e trincerati dietro a dichiarazioni di comodo, che non hanno mai accolto l’invito ad effettuare un sopralluogo sull’area individuata per questa folle idea”.

“Ancora una volta siamo costretti poi a commentare dichiarazioni in cui si millanta che quest’opera comporterebbe la creazione di “migliaia e migliaia di posti di lavoro”, creando una falsa illusione in un quartiere prevalentemente popolare e sofferente a livello economico, prospettiva su cui nemmeno la AS Roma ha mai prodotto alcun documento a supporto, mentre si dimentica la reale riqualificazione che avverrà con l’arrivo di ISTAT, TECHNOPOLE, FACOLTA’ di INGEGNERIA e STUDENTATO DE LA SAPIENZA”.

“Visto l’interesse dichiarato dal Segretario romano del PD sul tema, cogliamo l’occasione per invitare ufficialmente il Segretario Enzo Foschi ad un confronto pubblico in Piazza, nella data e nel luogo a lui più confacente, da effettuarsi nel territorio di Pietralata; sarebbe l’occasione per un confronto aperto, democratico e trasversale in cui ci si potrà confrontare a partire dal tema annoso della condizione delle case popolari di Pietralata, dello stato dei luoghi di gran parte di questo quartiere sino alla condizione di invivibilità in cui, la mancata visione di tutte le giunte sin qui susseguitesi, costringe gli abitanti di Pietralata ad avere come unica prospettiva per una riqualificazione del territorio l’eventuale convivenza con un’opera di speculazione edilizia”.

Il problema non è lo stadio, ma la mancata visione di un futuro che abbracci l’ambiente e di un vero risanamento sociale che dia a tutti le stesse opportunità, conclude la nota emessa dalle associazioni Arci Roma, Arci Pietralata, Comitato Villa Blanc, CDQ Tiburtino Nord e Pietralata, Comitato Popolare Monti di Pietralata, Comitato No Stadio Lanciani/Nomentana.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati