Municipi: | Quartiere:

Comunità Incontro a Tor Bella Monaca

Firmato il 16 maggio 2022 il Protocollo d’intesa fra il Municipio Roma VI e la Comunità Incontro di Don Pierino Gelmini per tutti coloro che vivono in condizioni di dipendenza dalle droghe

È stato formalizzato questa mattina nella sede del Municipio VI di Roma Capitale un accordo per promuovere iniziative di prevenzione e contrasto alla diffusione delle droghe e dell’alcolismo.

La Comunità Incontro Onlus, fondata da Don Pierino Gelmini, è un’organizzazione indipendente che agisce in aiuto di persone svantaggiate e bisognose: tossicodipendenti, alcolisti, ludopatici ed emarginati, mettendo al centro del programma la persona.

La proposta è stata avanzata dal senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, impegnato nella lotta alla droga e vicino ai valori della Comunità Incontro.

L’iniziativa è promossa in una zona, quella del Municipio VI, nella periferia est della Capitale, dove, purtroppo, la droga è molto presente.

L’intesa rappresenta un importante punto di partenza per mettere in campo, con collaborazione e impegno, progetti e azioni di prevenzione che possano coinvolgere il territorio con particolare attenzione alle fasce più a rischio: quelle dei giovani e dei minori.

Il Presidente del Municipio VI, Nicola Franco, ha dichiarato: “Don Pierino Gelmini per questo territorio ha fatto tanto, soprattutto perché molti ragazzi sono stati recuperati grazie alla Comunità Incontro. Gli dobbiamo un qualcosa. Credo che punti di confronto come questi andrebbero aperti in gran numero”.

Gianpaolo Nicolasi, responsabile della struttura e Massimo Persiani, coordinatore del gruppo Comunità Incontro, hanno affermato: “la problematica della dipendenza è sempre all’apice di un problema di un contesto specifico. Non a caso la Comunità Incontro è una scuola di vita. I ragazzi sono tutti poli assuntori: non c’è la mania dello sballo ma la mania di stordirsi, soprattutto per i più giovani. Fra alcol e sostanze sintetiche, nel giro di pochi minuti, perdono coscienza e conoscenza”.

Tor Bella Monaca è tristemente nota come piazza di spaccio e come zona di disagio e povertà, un quartiere che tenta di scrollarsi di dosso lo stigma grazie anche a questo strumento, un punto di ascolto per informare. L’obiettivo è “agganciare ragazzi per riportarli sulla via della vita”, come ha dichiarato il senatore Maurizio Gasparri.

Timbrificio Centocelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati