Covid-19 nel Lazio, 30 marzo: 208 nuovi casi positivi, di cui 58 a Roma

I dati delle singole Asl. In provincia, Nerola, parte un percorso di monitoraggio sulla popolazione in collaborazione lo Spallanzani. Divieto di allontanamento da Contigliano
Rosa Valle - 30 Marzo 2020

Sono 208 i nuovi casi di positività al Covid-19 (con 52 casi nelle case di Riposo della provincia di Rieti). Per la prima volta il trend di decrescita è al di sotto del 8%. Sale il numero dei guariti: 59 persone nelle ultime 24 h (267 casi totali dall’inizio dell’epidemia), mentre i morti sono stati 14. Dalla sorveglianza domiciliare sono uscite 6.317 persone.
A Roma città i nuovi casi sono 58. (Dati dei giorni scorsi)

I dati sono stati diffusi nel corso dell’odierna videoconferenza, alla presenza dell’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato, della task-force regionale per il COVID-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere e Policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Nella Regione Lazio dei casi totali di malattia da Covid-19, finora confermati, il 39% è ricoverato in una strutta sanitaria, il 42% è in isolamento domiciliare e il 5% è in terapia intensiva. I guariti sono l’8%. L’età mediana dei casi positivi è 58 anni. Il 54% è di sesso maschile e il 46% di sesso femminile.

Una buona notizia  – informa l’assessore D’Amato – arriva, oggi, dall’Istituto Spallanzani: il poliziotto di Pomezia, uno dei primi casi nella nostra regione, ha iniziato la riabilitazione ed è in costante miglioramento.

Stanno funzionando le ulteriori misure adottate sia nel comune di Fondi, sia nel comune di Nerola dove oggi si è avviato un’ulteriore approfondimento epidemiologico che abbiamo richiesto all’Istituto Spallanzani in collaborazione con l’equipe itinerante dell’Ordine dei Medici di Roma.

La riorganizzazione della rete ospedaliera e delle terapie intensive sta tenendo bene. E ad oggi non registriamo elementi di sofferenza. Così come va estesa la sorveglianza domiciliare e nelle strutture ricettive. Le prime due messe a disposizione su Roma sono al completo. E’ iniziata infine la distribuzione dei kit dei dispositivi di protezione individuale ai medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta da parte delle Asl.

Altri dati

L’app della Regione ‘LazioDrCovid’ in collaborazione con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, ha già registrato oltre 75 mila utenti che hanno scaricato l’applicazione e 2.000 medici di famiglia e 270 pediatri di libera scelta collegati.

Per quanto riguarda infine i DPI – dispositivi di protezione individuale oggi sono in distribuzione presso le strutture sanitarie: 200.000 mascherine chirurgiche, 31.200 maschere FFP2, 660 maschere FFP3, 3.000 calzari, 80.500 guanti.

Divieto di allontanamento da Contigliano (Rieti)

Un comunicato stampa delle ore 19:06 della presidenza della Regione Lazio informa che è stata firmata l’ordinanza con il divieto di allontanamento di tutte le persone dal comune di Contigliano in provincia di Rieti, fino all’11 aprile.

La decisione è stata presa per l’alto numero di casi positivi riscontrati nella casa di riposo Alcim di Contigliano, dove «su 87 persone 71 sono risultate positive e di queste 63 risultano residenti nel Comune reatino e che di 32 operatori sanitari 21 risultano positivi e di questi 13 residenti  a Contigliano; considerata, inoltre, l’esigenza di contenere la diffusione del virus e sentito il dipartimento tecnico scientifico della Protezione civile, il Prefetto e il Sindaco,  è stata firmata l’ordinanza per limitare la mobilità con il divieto di allontanamento dal territorio del comune di Contigliano da parte di tutte le persone presenti e delle ulteriori misure di limitazione per consentire un’approfondita indagine epidemiologica al fine di garantire il contenimento dell’epidemia».

Il comunicato congiunto il vicepresidente e l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Daniele Leodori e Alessio D’Amato, prosegue: «L’ordinanza avrà effetto immediato e sino all’11 aprile.
Sara’ fornito il massimo supporto all’Amministrazione comunale e alla Asl di Rieti alla quale è stata demandata la gestione della casa di riposo che diventerà una residenza COVID con personale sanitario garantito dalla stessa Asl. Ci sarà il supporto dell’equipe itinerante dell’Ordine dei Medici di Roma, e la Croce Rossa che ha dato la sua disponibilità per effettuare l’indagine epidemiologica, insieme ai servizi di prevenzione della Asl coordinati dal SERESMI – Spallanzani, e i test alla popolazione secondo i protocolli operativi.
»

La situazione nelle singole Asl di Roma città

Asl Roma 1 – 24 nuovi casi positivi. 818 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Al padiglione D dell’Ospedale San Filippo Neri ulteriori 10 posti letto di terapia intensiva dal 1 aprile. Continua la riabilitazione per i primi 2 pazienti cinesi ricoverati al San Filippo Neri;
Asl Roma 2 – 21 nuovi casi positivi. 813 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. All’Ospedale Pertini disponibili ulteriori 32 posti letto, di cui 10 di terapia intensiva operativi dal 1 aprile. L’Ospedale Vannini è pronto e operativo per entrare nella rete COVID. Continuano i controlli nelle strutture delle comunità religiose e nelle case di riposo del territorio;
Asl Roma 3 – 13 nuovi casi positivi. 7 i pazienti che sono guariti. 927 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. All’Ospedale Grassi si stanno attivando ulteriori 25 posti letto dedicati, di cui 8 di terapia intensiva COVID, operativo dal 2 aprile.

.. e della Provincia

Asl Roma 4 – 22 nuovi casi positivi. 2 decessi: donne di 83 anni e di 80 anni con pregresse patologie. 1.144 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. 3 i pazienti che sono guariti;
Asl Roma 5 – 10 nuovi casi positivi. 1.296 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. L’Ospedale di Palestrina in raccordo con l’Istituto Spallanzani che ha verificato i percorsi entrerà in piena sicurezza nella rete dedicata a COVID con 40 posti letto dedicati. A Nerola oggi parte un percorso di monitoraggio sulla popolazione in collaborazione con l’Istituto Spallanzani;
Asl Roma 6 – 31 nuovi casi positivi. 2 decessi: donna 91 anni e uomo di 74 anni con patologie pregresse. 1 paziente è guarito. 38 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. All’Ospedale dei Castelli saranno attivati ulteriori 7 posti di terapia intensiva COVID martedì 31 marzo. A Genzano parte il laboratorio per il test COVID che entra nella rete dei laboratori del sistema regionale entro il 3 aprile. Continuano i controlli nelle case di riposo del territorio.

Dalle altre Asl del Lazio

Asl di Latina – 8 nuovi casi positivi. 3 pazienti sono guariti. All’Ospedale Goretti di Latina da domani saranno attivati 9 posti di rianimazione COVID;
Asl di Frosinone – 13 nuovi casi positivi. 2 decessi: uomo 70 anni e donna 70 anni, entrambi pazienti oncologici. 149 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. All’Ospedale Spaziani di Frosinone sono stati attivati oggi ulteriori 20 posti letto di degenza ordinaria COVID;
Asl di Viterbo – 14 nuovi casi positivi. 2 decessi: uomo di 67 anni e donna di 89 anni con pregresse patologie. 1.100 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Attivo da questa mattina il laboratorio per il test COVID a Viterbo. Stanno continuando le verifiche nelle case di riposo del territorio;
Asl di Rieti – 52 nuovi casi positivi, la maggior parte riferibile al cluster delle case di riposo. 32 le persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. 1 paziente è guarito. Attivati ulteriori 18 posti letto e 2 posti di terapia intensiva COVID all’Ospedale De Lellis. Continuano i controlli su tutte le RSA e le case di cura dell’intera provincia.

Notizie dagli ospedali

Policlinico Umberto I – 2 decessi: 2 uomini di 78 anni e di 80 anni con patologie pregresse. Completati i lavori al COVID HOSPITAL 5 Eastman, nuovamente operativi i 26 posti di malattie infettive. Accordo con il Bambino Gesù per la presa in carico in sicurezza per l’oncologia pediatrica a partire da domani;
Azienda Ospedaliera San Giovanni – Da oggi sono operativi 20 posti letto di pneumologia e ulteriori 20 posti di sub intensiva da domani. Dal 7 aprile sarà attivato il laboratorio h24 per il test COVID;
Azienda Ospedaliera Sant’Andrea – Operativi 25 posti letto dedicati a COVID e entro domani saranno attivati ulteriori 9 posti letto COVID. Attivabili 4 posti di terapia intensiva entro il 1 aprile. Attivo servizio psicologico per cittadini e operatori h24;
Policlinico Gemelli – 3 pazienti dimessi. Operativi ulteriori 43 posti letto di malattie infettive. Da oggi disponibili ulteriori 38 posti di terapia intensiva al COVID HOSPITAL 2 Columbus;
Policlinico Tor Vergata – 4 decessi: uomo di 78 anni, uomo di 64 anni, donna di 92 e donna di 69 anni, tutti con patologie pregresse. Operativo il COVID HOSPITAL 4 Tor Vergata. Attualmente attivi 123 posti di degenza ordinaria e 20 di terapia intensiva;
Azienda Ospedaliera San Camillo – Entro domani saranno operativi 30 posti letto dedicati a COVID. Dal 1 aprile sarà attivato il laboratorio per il test COVID h24;
Istituto Zooprofilattico – Operativo il laboratorio per il test COVID a disposizione per la rete regionale;
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – Tutti i 5 bambini positivi ricoverati sono in buone condizioni. Servizio di consulenza telefonica esteso ai pediatri di libera scelta, 7 giorni su 7, ore 9-19. Tel. 0668592088;
Università Campus Bio-Medico – Sarà attivato il COVID Center con 9 posti letto di terapia intensiva dal 1 aprile e 31 posti letto ordinari di cui 7 sub intensivi entro il 20 aprile.

La mappa interattiva sulla diffusione del Covid-19

Per i dati complessivi (aggiornati quotidianamente alle ore 18:00) è possibile consultare la mappa interattiva della Protezione Civile, disponibile in due versioni: mobile e desktop.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti