I crolli dello scandalo – Roma capitale (della fame)

Fatti e misfatti di febbraio 2015
Mario Relandini - 5 Febbraio 2015

I crolli dello scandalo

“Un altro tratto di strada – a ridosso del viadotto già crollato sulla Palermo-Agrigento ad una settimana dall’inaugurazione – è venuto giù con grande fragore”.

Ma anche con grande nuovo scandalo. Perché l’Anas ha fatto sapere che le cause di questo secondo crollo sono le stesse del precedente. E, allora, c’è da chiedersi quali somari siano stati scelti per pianificare, disegnare, realizzare l’opera e darne l’ ok all’inaugurazione. Ma, soprattutto, se questi somari verranno radiati dai rispettivi albi professionali ed allontanati dagli uffici tecnici. La Procura di Termini Imerese ha aperto un’inchiesta già dopo il primo crollo. E il “premier” Renzi, indignatissimo, aveva promesso provvedimenti esemplari con il “tweet” “finitalafesta”. Si starà, comunque, a vedere. Se la Procura di Termini Imerese si darà da fare o no con l’urgenza che il caso richiederebbe. E se i provvedimenti esemplari saranno adottati o finiranno in uno dei tanti dimenticatoi. Se la festa, insomma, sarà davvero finita. E non solo sulla Palermo-Agrigento.

Roma capitale (della fame)

“200.934 romani, il 7% degli abitanti – hanno diffuso il dato le “Associazioni cristiane lavoratori italiani” – sono costretti a mangiare, caduti in una situazione di estrema povertà, un giorno sì e un giorno no”.

Qualcuno, motteggiando, ha ipotizzato che il “premier” Renzi vorrebbe trasferire, prima o poi, la capitale a Firenze. Forse, però, non sarebbe troppo uno scandalo. Perché Roma, da capitale d’Italia, sta diventando capitale della fame.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti