Cuore 21 e Centro 21, al servizio dei ragazzi con disabilità intellettiva

La sindrome di Down è un disturbo cromosomico dovuto alla presenza di un cromosoma 21 supplementare

Cuore 21 è una cooperativa sociale che nasce a Riccione nel 2015, come braccio operativo dell’associazione di volontariato Centro 21, dall’idea di alcuni soci e delle educatrici che stabilmente seguono i ragazzi con disabilità intellettiva.

 Centro 21 è un’associazione di volontariato che nasce nel 1993, formata da familiari di persone con sindrome di Down oltre che da alcuni volontari, amici e simpatizzanti.

Quante volte abbiamo trattato l’argomento con qualche amico predisposto, quante volte l’abbiamo abbandonato.

È difficile, non c’è conoscenza, non c’è esperienza, abbiamo bisogno dell’aiuto di qualche associazione, ce lo siamo detti. Non abbiamo fatto nulla.

Catering a Roma

Qualcuno l’ha fatto.

Abbiamo voglia di imparare, abbiamo voglia di fare esperienza, abbiamo bisogno di aiuto e abbiamo individuato  l’associazione di volontariato, abbiamo individuato la cooperativa sociale

Possiamo iniziare a “lavorare”, per ora…. su un’dea.

Mi ha colpito sul sito di Centro 21:

AbbeceDario (s)ragionato  sulla Sindrome di Down e la disabilità in genere.

 

A come Affettuosi

come  Buoni:

C come Coscienti

come Diversi

come Eterni…… bambini

come Fantastici

come… come… ah già: H..andicappati

 come… Insieme,

JK come J.K. Rowling,  creatrice di Harry Potter. la “mamma” del maghetto “speciale”,

come Lenti

come Mongoloidi, ….(senza parole)

come Normali,  perchè sono speciali

come Ostinati

come Pigri

come Quarti…. la medaglia di legno in gara

come Rispettati…. quel che meritano

come Semplici

come Testardi

come Unici

come Veri

come WWW…….viva

X e Y come… XX e XY, sono femmine con cromosomi sessuali XX,  sono maschi  se ne hanno una XY. Vivono le stesse passioni, pulsioni, sentimenti, sogni… di ogni essere umano che appartiene ad una metà precisa del cielo

come Zuzzurelloni

Qualcuno dice: sono chiuse in casa le persone con sindrome di Down;  qualcuno dice che i genitori non vogliono farli vedere.

Noi diciamo che nessuno si accorge di loro.

Centro 21 l’ha fatto: partendo dalla predisposizione naturale delle persone con sindrome di Down verso la musica ed ogni forma espressiva, organizzando da anni corsi di danza moderna e di teatro che hanno portato alla realizzazione di spettacoli musicali e teatrali.

Dopo l’uscita dal mondo della scuola, le persone con sindrome di Down hanno necessita’ di sostegno all’inserimento lavorativo. Con questo obiettivo, Centro 21, ha realizziamo un percorso educativo per far comprendere ai ragazzi il valore ed il senso del lavoro attraverso attività sulle autonomie cognitive e meta-cognitive ed il lavoro in campagna che prosegue poi con la trasformazione dei prodotti visti nascere e raccolti in pasti, preparati dai ragazzi stessi.

Centro 21, ha e sta diffondendo cultura e integrazione.

Hanno organizzato vari convegni, dove hanno partecipato oltre trenta relatori, con circa trecento partecipanti. Il Patrocinio scientifico dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri delle Province di Rimini e Pesaro è stato significativo non solo per l’aspetto scientifico, ma per la collaborazione fra una Società Medica Scientifica ed un’associazione di volontariato.

Centro 21, collabora con le altre associazioni del territorio e con l’azienda USL. Con la supervisione della Facoltà di Scienze della formazione della Università di Bologna contribuiscono alla realizzazione di attività (corsi, giornate, week end) volte a stimolare ed educare i ragazzi a processi di “autonomia cognitiva” verso un progetto di futuro il più possibile indipendente.

Con la ASL e altre associazioni del territorio hanno stilato il “Protocolllo di intervento nell’area adulti per persone con sindrome di Down”

Centro 21 è un’associazione di volontariato nata nel 1993, circa 30 anni fa e ne ha fatta di strada.

Noi (Giorgio Grillo ed io) per ora ne parliamo e riparliamo in continuazione.

Siamo Iil “bambino di cui si attende la nascita”.

Macelleria Colasanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati