Decoro e contrasto al degrado nel Comune di Cappadocia

Silvia Federici, consigliere con delega alla cultura e al turismo del comune di Cappadocia, risponde alla denuncia dei cittadini
Camilla Dionisi - 28 Agosto 2022

Sono numerosi ormai gli atti di vandalismo che gli abitanti abruzzesi subiscono e denunciano: protagonista è la zona di Cappadocia e dintorni, come il paese di Verrecchie, in cui le bellezze del territorio rischiano di essere danneggiate da degrado e malefatte.

Si parla di spazzatura nei parchi, sporcizia nelle strade, gatti randagi avvelenati. Non solo: molti beni privati sono stati danneggiati, come le automobili dei cittadini, graffiate e rovinate considerevolmente.

Silvia Federici, consigliere con delega alla cultura e al turismo del comune di Cappadocia, risponde alle lamentele, promettendo di riportare ordine e sicurezza: “Dopo due anni di restrizioni legate all’emergenza pandemica, anche i centri come Cappadocia sono tornati ad essere frequentati da molti turisti.

L’amministrazione comunale non si è fatta trovare impreparata: grazie alla collaborazione di supporti esterni ha provveduto a mantenere l’ordine e a tutelare la sicurezza.

Tuttavia è una consuetudine sbagliata e grossolana quella di scaricare tutta la responsabilità della pubblica sicurezza unicamente sulle amministrazioni comunali.

Tralasciando i doveri civici a cui ogni cittadino dovrebbe ottemperare, i comuni possono ottenere dei buoni risultati solo se cooperano in maniera costruttiva con le forze dell’ordine.

Il mio comune, a tal proposito, può essere preso ad esempio.

In molte circostanze siamo riusciti ad individuare i responsabili delle malefatte interloquendo e fornendo indicazioni alle forze dell’ordine. Bisognerebbe investire nell’educazione civica affinché i ragazzi di oggi (e quindi gli uomini di domani) possano diventare cittadini consapevoli”.

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti