Denuncia del M5S: Inferno al pronto soccorso del San Camillo

E' successo il 7 luglio 2015 per la rottura dell'impianto dell'aria condizionata

Il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle Roma dell’XI Municipio denuncia in un comunicato stampa “il trattamento disumano e vergognoso a cui sono stati sottoposti i pazienti che sostavano nell’area adibita al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Camillo.
Come segnalato a noi da molti cittadini, ieri 7 luglio 2015 alle ore 14:00 il Pronto Soccorso era sprovvisto di aria condizionata per un guasto al sistema di condizionamento.
La direttrice ha dichiarato che per la riparazione era necessario l’intervento dei tecnici che però alle 22:30 sappiamo con certezza non siano arrivati.
Il clima si è fatto rovente in tutti i sensi: si è assistito a scene di panico con persone che urlavano, gente nei corridoi, sale d’attesa diventate sale degenza, odore nauseabondo e personale medico ed infermieristico, a cui va tutta la nostra stima ed il nostro supporto, costretto a lavorare sotto pressione in condizione di oggettiva difficoltà.
Non è una situazione da Paese civile, che non riesce nemmeno a tutelare le condizioni minime di sicurezza e salubrità negli spazi adibiti alla cura dei cittadini”, conclude il comunicato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati