Diaco-Rosati (M5S): “La Riserva naturale dell’Aniene non deve essere svenduta ai privati”

“Siamo sconcertati dalla notizia secondo cui il Comune starebbe per assegnare ai privati la Riserva naturale della Valle dell’Aniene. Infatti, un bando per l’assegnazione di terreni a privati per scopi agricoli imprenditoriali, con scadenza il prossimo 25 gennaio, grava sulle aree della Riserva comprese fra Ponte Mammolo e Casal de’ Pazzi. Questa parte di Parco è da sempre oggetto di salvaguardia da parte della comunità, pulita, valorizzata e custodita per un uso pubblico e responsabile dell’area naturale protetta. Il bando nasce senza alcuna consultazione del territorio e, a seguito di valutazioni tecniche, sono emerse incongruenze che minacciano il valore ecologico e sociale del Parco per come lo viviamo oggi. La Riserva, casa di una preziosa biodiversità nel cuore della Capitale, oltre che di diversi progetti di aggregazione e di tutela dell’ambiente, viene con spudorato opportunismo raccontata dal bando come un’area dismessa e degradata dove è d’uopo fare lucro. Chi da anni vive quotidianamente il Parco sa bene che non è così e le realtà del territorio si sono da subito opposte fermamente all’utilizzo privato di uno spazio pubblico ampiamente fruito dalla cittadinanza. L’8 gennaio scorso si è tenuto un incontro formale con l’assessora all’Ambiente Alfonsi, durante il quale le Associazioni del territorio, unite a difesa della fruizione pubblica e libera della Riserva naturale, hanno chiesto lo stralcio immediato del bando: purtroppo le istituzioni capitoline si sono dimostrate sorde e indifferenti.
Come consiglieri comunali e municipali appoggiamo in pieno le lotte e le rivendicazioni della cittadinanza e delle Associazioni a tutela del Parco e assieme a loro rifiutiamo con fermezza la logica del profitto privato in una Riserva naturale pubblica, bene comune appartenente a tutta la libera cittadinanza. Continueremo a monitorare con attenzione l’evolversi della vicenda e farci sentinelle dei futuri sviluppi”.
Così in una nota congiunta il vicepresidente della commissione Ambiente di Roma Capitale Daniele Diaco (M5S) e il capogruppo del M5S in IV Municipio Stefano Rosati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati