Enrico e Matteo – Il volo di Angelino da cavallo a cavallo – Ladri di passeggini

Fatti e misfatti di giugno 2015
Mario Relandini - 10 Giugno 2015

Enrico e Matteo

“Enrico Letta ha fatto sapere – ieri – di essersi dimesso da parlamentare, ma di non avere alcuna intenzione di lasciare la politica”.

Come voler dire: “Matteo, stai sereno”.

Vincenzo De Luca

Vincenzo De Luca

Il volo di Angelino da cavallo a cavallo

“Vincenzo De Luca – ha risposto in aula, a “Sinistra Ecologia Libertà”, il Ministro degli Interni, Angelino Alfano – è da considerarsi candidabile ed eleggibile”.

Ma Angelino Alfano non aveva sostenuto praticamente il contrario, con il suo “Nuovo Centro Destra” schierato a favore del “forzista” Caldoro? Certamente. Poi, però, Caldoro non ce l’ha fatta e Angelino, il “puttino di Agrigento”, è subito volato da un cavallo all’altro. Ma non potrebbe essere che lui, dopo il risultato elettorale, abbia interpretato meglio la “Legge Severino” e abbia ammesso il suo errore passato perché “uomo d’onore è”? Potrebbe essere, per carità. Ma potrebbe anche essere che si sia sveltamente adeguato per non rischiare di irritare il “premier” Renzi e di perdere il Viminale. Perchè “uomo di poltrona è”.

Ladri di passeggini

Adotta Abitare A

“Se fosse ancora in vita – dopo avere girato il famoso “Ladri di biciclette” – il grande Vittorio De Sica avrebbe sicuramente girato, oggi, “Ladri di passeggini””.

Sì perché, oggi, è esploso il fenomeno dei furti dei passeggini per bambini lasciati negli androni dei palazzi o, seppure momentaneamente, perfino nei parchi pubblici. Ma come mai? Qualcuno pensa a quanti li adattano poi per trasportarci tutto ciò che, sembrando loro utile, portano via dai cassonetti dei rifiuti. Che potrebbero essere “rom”, ma anche italiani o immigrati ridotti alla povertà estrema. Un fenomeno che non fa onore, comunque sia, ad un Paese che si dice civile.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti