Fase 2, in tutta Roma aperti centinaia di parchi e ville

L'elenco delle aree verdi Municipio per Municipio. Restano interdette le aree gioco dedicate ai più piccoli
Redazione - 5 Maggio 2020

Il 4 maggio 2020 riaperti a Roma  diversi parchi, ville storiche, giardini pubblici e aree verdi. Dopo il lockdown si può tornare a fruire del patrimonio verde cittadino, sempre con prudenza e nel rispetto delle misure e delle distanze di sicurezza. Lo afferma in un comunicato il Campidoglio.

“L’Assessorato alle Politiche del Verde e il Dipartimento Tutela Ambientale – si informa – hanno lavorato in vista della riapertura delle centinaia di aree, dislocate in tutti i Municipi, per renderli immediatamente frequentabili non appena superato il  lockdown. Gli interventi manutentivi tuttavia, nonostante il costante impegno del Servizio Giardini, sono stati rallentati dalla necessità di tutelare la sicurezza del personale: sono perciò stati organizzati turni su orari diversi a personale ridotto, garantendo le distanze anche nell’uso degli automezzi. Il Servizio Giardini ha poi dedicato parte delle sue risorse alle attività di sanificazione delle strade cittadine.

“Il lockdown ha invece inciso in modo determinante sulle attività delle ditte esterne, alcune delle quali con sede fuori dalla regione Lazio, che hanno sospeso del tutto le loro lavorazioni. La piena fruibilità delle aree sarà quindi graduale. Qui sul portale istituzionale sono pubblicati gli elenchi delle aree verdi di ogni Municipio, divise in due categoriequelle immediatamente fruibili perché già oggetto di interventi recenti o perché sono già in corso le lavorazioni (ad es. Villa Pamphilj) e quelle per le quali è stata già predisposta la programmazione ravvicinata dei lavori.

“Prossimamente sarà pubblicato l’elenco delle aree per le quali la programmazione è in via di definizione. Sono state escluse invece dagli elenchi le aree decentrate ai Municipi, le aree “adottate”, il verde di arredo stradale.

“Nonostante l’emergenza Coronavirus, si sta portando avanti un grande lavoro per riaprire i parchi in tutta la città e consentire ai romani, dal centro alla periferia, di tornare a passeggiare nelle aree verdi all’aria aperta. Voglio solo ricordare, ancora una volta, di essere prudenti e mantenere le distanze”, commenta la Sindaca Virginia Raggi.

“Grazie anche alla riorganizzazione del Servizio Giardini e all’aggiornamento del catasto del verde, atteso da decenni, abbiamo potuto fornire alla cittadinanza una veloce istantanea della situazione di tutto il territorio comunale e riscontrarla con i tecnici che operano nei Municipi. Un lavoro necessario, poiché le ditte esterne nel periodo del lockdown hanno sospeso gli interventi. Un ringraziamento particolare va perciò al Servizio Giardini che con grande senso di responsabilità ha lavorato per consentire ai cittadini di ritornare a godere del nostro straordinario patrimonio verde. Sono certa che il rallentamento inevitabile di questi mesi sarà prontamente recuperato”, conclude l’assessora alle Politiche del Verde Laura Fiorini.

Restano interdette le aree gioco dedicate ai più piccoli, secondo quanto stabilito  dall’ultimo decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri. La Polizia Locale ne ha già in consegna l’elenco e sta provvedendo alla loro chiusura.

La sorveglianza di molte delle aree a più elevato grado di frequentazione è assicurata, per prevenire il rischio di assembramenti e attività non consentite, dalla Polizia Locale e dalla Protezione Civile di Roma Capitale. Inoltre i comportamenti corretti saranno ricordati ai cittadini da apposita cartellonistica predisposta dal Campidoglio.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti