Fase 2:“Con scuole chiuse famiglie in difficoltà alla ripresa del lavoro”

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina
Redazione - 28 Aprile 2020

“Dobbiamo ancora entrare nella fase 2 ma le criticità all’orizzonte sono molteplici. Riceviamo segnalazioni da parte di cittadini che chiedono sostegni su più fronti in quanto le Istituzioni brancolano nel buio e non danno risposte chiare. Il 4 maggio ad esempio, le famiglie si ritroveranno ad affrontare un problema enorme in quanto con la ripresa del lavoro e con le scuole chiuse, non sapranno a chi affidare i minori. Le misure principali in risposta di questa problematica sono due, chiedere altri 15 giorni retribuiti al 50% e il voucher baby sitter di 600 euro.

“Le due scelte sono alternative e va ricordato che per quanto riguarda il voucher si tratta solo di una estensione temporale della finestra che dovrebbe arrivare a fine luglio, e non di un raddoppio, infatti lo potrà richiedere soltanto chi non lo aveva già fatto in precedenza. Ma queste misure sono aiuti parziali, infatti la cifra del voucher risulta essere troppo bassa e anche la retribuzione dei congedi parentali dovrebbe essere alzata almeno fino al 75%. Chiediamo alle Istituzioni di rafforzare interventi a sostegno dei genitori, con supporti differenziati in base a esigenze e disponibilità, salvaguardando sia l’equilibrio tra la necessità degli adulti che quelle dei minori.

“Chiederemo al Sindaco Raggi di mettere in piedi un coordinamento pedagogico su base territoriale, che funga da garante e promuova i rapporti tra servizi ed enti, volto ad una prospettiva coordinata e in grado di adattarsi a questa nuova fase di emergenza”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti