Francesca Pascale e Papa Francesco – Presente anche Dudù – Indipendenze – Lo “Scandalo Poste” a Fiumicino

Fatti e misfatti di novembre 2013
Mario Relandini - 28 Novembre 2013

Francesca Pascale e Papa Francesco

“Voglio rivolgere un appello a Papa Francesco – ha dichiarato la fidanzata di Berlusconi, Francesca Pascale – affinché mi riceva e ascolti la vera storia di Silvio”.

Molto probabilmente, poiché Papa Francesco è un Papa particolarmente vicino ai problemi e alle sofferenze di tutti, la riceverà uno di questi giorni. Ma Papa Francesco è un Papa, anche, particolareggiatamente informato sulle cose, grandi e piccole, del mondo. Che cosa potrà dirgli di più, di quanto già sicuramente sappia, la devota Pascale? Ma, soprattutto, che cosa mai potrà ricavarne da questa eventuale visita a Papa Francesco? Tutt’al più – c’è da ritenere – una paterna benedizione e un santo rosario. Da recitare insieme, la sera, con il suo Silvio.

Presente anche Dudù

“Quando Silvio Berlusconi ha tenuto il suo discorso in via del Plebiscito a Roma – stanno a testimoniarlo anche alcune foto – il cagnolino Dudù ha seguito il tutto da una finestra sopra al palco”.
Una pessimistica precauzione perché non si potesse dire, in caso di fallimento della manifestazione, che non c’era neppure un cane? Preoccupazione, invece, per la micetta Giuditta del fedelissimo Capezzone. Non si è infatti vista. E, allora, sarà rimasta a casa per non prendere freddo o sarà stata presente, ma ben protetta sotto il giaccone del suo Daniele?
Indipendenze

“Al termine della votazione distrettuale romana dell’Associazione nazionale magistrati – scrutinate le schede – la corrente “Unicost” ha ottenuto 336 voti, la corrente “Area” 252 e la corrente “Magistratura indipendente” 218″.

Incuriosisce, perlomeno, un particolare: ma, se continua ad esistere una corrente denominata “Magistratura indipendente”, che cosa vuol dire? Che le altre due non sono indipendenti? Oppure sono indipendenti, ma un po’ meno? Qualcuno, se può, aiuti gli italiani a capire.

Lo “Scandalo Poste” a Fiumicino

“Nel centro di smistamento delle Poste a Fiumicino – è stato confermato in ambienti sindacali – giacciono, ancora oggi, milioni di lettere e di plichi da consegnare”.

Adotta Abitare A

“Il postino – è il titolo del celebre romanzo di James Cain – suona sempre due volte”. Agli utenti italiani sarebbe sufficiente che suonasse anche una volta sola, ma almeno un po’ più spesso.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti