Giovedì 26 settembre sciopero degli autisti Atac

Chiedono urgenti misure di sicurezza per tutelare la loro incolumità. Dalle 10:00 alle 12:00 l'agitazione che riguarda l'intera rete Atac, RomaTpl e Cotral
Redazione - 25 Settembre 2019

Giovedì 26 settembre, vi saranno due ore di astensione dal lavoro (dalle 10:00 alle 12:00). In piazza scenderanno anche i sindacati: si chiederanno urgenti misure di sicurezza per tutelare l’incolumità per gli autisti.

Lo sciopero riguarda l’intera rete Atac (bus, filobus, metro, ferrovie regionali Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo) e la rete dei bus gestita da RomaTpl e la rete dei bus regionali gestita da Cotral.

Durante lo sciopero non sono garantiti i servizi delle biglietterie e, nelle stazioni della rete metroferroviaria che resteranno, eventualmente  aperte, i servizi di scale mobili, montascale o ascensori.

Il Gruppo Pd Roma in una nota ha voluto sottolineare il clima “esasperato e troppo su di giri” presente nella Capitale; l’augurio è che “l’Atac provveda in tempi brevi a realizzare i necessari sistemi di sicurezza all’interno delle vetture, nella speranza che il Campidoglio vigili sull’operato dell’azienda di trasporti, a garanzia della città e di tutti i lavoratori”.
Il tutto poiché risulta essere sempre più a rischio “la sicurezza di uscire a lavorare e poi tornare a casa incolumi”.

I sindacalisti denunciano ciò che si ritiene essere “una vera e propria escalation di violenza”, promettendo di mettere in campo tutte le azioni “affinché si adottino immediatamente misure di deterrenza degli episodi che continuano a verificarsi”. Le possibilità sono molteplici: “Dalla dotazione di cabine blindate su tutti i bus, all’adozione di sistemi avanzati di monitoraggio della sicurezza dei lavoratori, quali l’utilizzo di telecamere e nuovi dispositivi tecnologici”.

Atac: “Basta polemiche. Subito maggiore sicurezza per gli autisti”

Una nota di Rachele Mussolini, Giancarlo Righini e Federico Rocca


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti