Giubileo senza misericordia – Quelle bancarelle abusive che il Papa non vuole e i vigili urbani si

Fatti e misfatti di dicembre 2015
Maria Giovanna Tarullo - 21 Dicembre 2015

Giubileo senza misericordia

“Ogni parrocchia – aveva esortato, all’ “Angelus” del 6 settembre scorso, Papa Francesco – dia la massima ospitalità possibile agli immigrati”.

Che cosa è accaduto nei tre mesi e mezzo successivi a quella esortazione? Parlano i fatti. Le 324 parrocchie di Roma città accoglieranno, ma poi fra un mese, appena 170 immigrati. Le 1.000 parrocchie di Milano, Brianza, Lecco e Varese ne accoglieranno, complessivamente, 400. Le 416 parrocchie di Bologna ne accoglieranno nientemeno che 4. E così via accogliendo con il contagocce. Per cui c’è da chiedersi se le parrocchie italiane, che pure hanno aperto le loro porte al “Giubileo della misericordia”, abbiano fatto entrare il Giubileo e lasciata fuori la misericordia.

vaticanoQuelle bancarelle abusive che il Papa non vuole e i vigili urbani si

“Lungo Via della Conciliazione – era stato ordinato – niente più bancarelle e vendite singole di “souvenir” per tutto il periodo del “Giubileo della misericordia”. E Papa Francesco, naturalmente, aveva approvato”.

Di quell’ordine e di quella approvazione di Papa Francesco, però, “bancarellari” e singoli venditori si sono bellamente infischiati, hanno di nuovo invaso Via della Conciliazione e hanno ripreso a commerciare i “souvenir”: calamite del Papa a due euro, elmetti da antico romano a cinque euro, Colosseo e San Pietro con la neve a dieci euro trattabili. Quello di più grave e di più scandaloso, tuttavia, è che si sono bellamente infischiati dell’ordine e dell’approvazione di Papa Francesco, non intervenendo contro l’illegale mercato, anche i molti vigili urbani presenti. Dante, “Divina Commedia”, Purgatorio, canto XVI: “Le leggi son, ma chi pon mano ad esse?” I vigili urbani di Roma, evidentemente, no. E chissà perché. Ma non certo per misericordia giubilare.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti