Giusta preoccupazione – Il “drink” della vergogna – Il Brugnaro goldoniano

Fatti e misfatti di agosto 2015
Mario Relandini - 29 Agosto 2015

Giusta preoccupazione

“Se il Governo dovesse cadere al Senato sulle riforme – sono i “rumors” nei corridoi del Quirinale – il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, sarebbe pronto per un Renzi bis”.

Giusta preoccupazione per la salute degli italiani: se si andasse a nuove elezioni e venisse eletto un nuovo “premier”, potrebbero essere colti da astinenza di annuncite.

Il “drink” della vergogna

“Nella lista dei “cocktail” offerti da “Cheringuf” – il bar gestito, alla “Festa dell’Unità” di Milano, dai giovani pd – ogni “drink” ha il nome di un “politico particolare” come Formigoni e Rosy Bindi oppure il riferimento ad una frase rimasta celebre come “Stai sereno” e “Figlio di Troika” oppure, ancora, ad eventi come “Frattocchie” e “Patto del Nazareno””.

Una trovata originale e simpatica, se i giovanotti pd non fossero però scivolati sul cinico più irriguardoso: il “drink” “I due marò”. Quei due marò che l’India si vorrebbe da tempo mangiare in un solo boccone, insomma, loro hanno proposto di berseli in un solo sorso. Vergogna.

johnIl Brugnaro goldoniano

“”Mai – aveva tuonato il neo sindaco centrodestrino di Venezia, Luigi Brugnaro – mai un “Gay pride” nella mia Venezia”. E, quando il noto cantante Elton John lo aveva per questo definito “bigotto e bifolco”, lui aveva risposto con uno strampalato “Fora i sghei””.

Ora, però, il neosindaco centrodestrino Luigi Brugnaro ci ha ripensato e si augurerebbe, addirittura, un “Gay pride” sul Canal Grande. Che cosa è improvvisamente successo? Elton John ha interpretato in un certo modo l’ “uscita” strampalata (o forse no) del “primo cittadino eterosessuale” di Venezia e ha tirato “fora i sghei”? Oppure il neo Brugnaro, oltre che essere eterosessuale, è anche un personaggio della goldoniana “Commedia dell’arte”?


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti