Ha detto 1- Ha detto 2 – Ha detto 3

Fatti e misfatti di ottobre 2015
Mario Relandini - 31 Ottobre 2015

Ha detto 1

“Mi hanno accoltellato in 26 – si è sfogato, ieri, Ignazio Marino – e il mandante, però, è stato uno solo”.

Ma le sue idi di ottobre sono state ben più modeste delle idi di marzo che videro accoltellato l’imperatore Giulio Cesare. Lui, Ignazio, lo hanno accoltellato in 26 senza ucciderlo, l’imperatore Giulio Cesare lo hanno accoltellato in 60 e lo hanno ucciso. E i mandanti erano stati più di uno. Marino, dunque, non dovrebbe darsi troppe arie: è stato un martire solo di “Serie b”.

MarinoIgnazioHa detto 2

“Non ho programmi – si è allora rinfrancato l’accoltellato, ma non ucciso Marino – non ho programmi di morte imminente”.

Ci mancherebbe altro. Auguri, anzi, di lunga vita. Ma, per favore, non come amministratore pubblico.

Ha detto 3

“Lascio – si è comunque vantato l’Ignazio – un segno profondo”.

Dar Ciriola

Troppo modesto:i segni lasciati su tutte le strade e su tutti i marciapiedi di Roma non sono profondi, sono profondissimi.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti