Il buon babbo Saccomanni – Ma il porto di Napoli ha il mal di fegato?

Fatti e misfatti di ottobre 2013
Mario Relandini - 24 Ottobre 2013

Il buon babbo Saccomanni

“Micio micio, quatto quatto – si è scoperto – Il Ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, è riuscito ad inserire, nella cosiddetta “Legge di stabilità”, che i suoi già dipendenti della Banca d’Italia siano esentati dal blocco degli aumenti contrattuali stabilito per i lavoratori dello Stato”.

Babbo Saccomanni dunque, pur avendo lasciato il focolare di Bankitalia, non si è però dimenticato dei suoi amati figlioli ed è rimasto il loro buon babbo Saccomanni. Commovente. Non però, naturalmente, per tutti gli altri dipendenti pubblici ai quali continuerà a restare il carbone nella calza.

Ma il porto di Napoli ha il mal di fegato?

“Il senatore Riccardo Villari – ormai sembra fatto – sarà chiamato al vertice dell’Autorità portuale di Napoli”.

Ma quale competenza può avere, in questo ruolo, un Riccardo Villari noto specialista epatologo? Secondo logica nessuna. A meno che – ricordato che Riccardo Villari ha iniziato la sua carriera politica nella Dc con Vincenzo Scotti, ha poi veleggiato, nell’ordine, dalla Dc al Cdu, dal Cdu all’Ulivo, dall’Ulivo all’Udeur, dall’Udeur alla “Margherita”, dalla “Margherita” al Pd, dal Pd al Partito radicale, dal Partito radicale al Movimento per le autonomie, dal Movimento per le autonomie al Pdl – non sia stata presa in considerazione questa sua abilità di navigazione politica e questa sua conoscenza di ogni porto parlamentare. Se al porto navale di Napoli dovesse per caso sopraggiungere qualche disturbo di fegato, comunque, nessuna paura più: è in arrivo il noto epatologo Riccardo Villari.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti