Il Comune di Roma non stralcia il bando per assegnazione terre agricole nella Riserva Naturale Valle dell’Aniene

Assemblea pubblica domenica 14 gennaio ore 10:00

Lunedì 8 gennaio 2024 si è svolto presso il Dipartimento Ambiente del Comune di Roma, un incontro tra alcune associazioni del territorio del IV Municipio e l’Assessore all’Ambiente Sabrina Alfonsi.
L’incontro aveva come tema il bando per l’assegnazione delle terre agricole nel territorio della Riserva Naturale Valle dell’Aniene in scadenza il 25 gennaio, e le incongruenze emerse su diversi terreni messi a bando per il Lotto 2, e già portate all’attenzione dell’amministrazione capitolina.

“L’incontro di lunedì 8 gennaio ha avuto un esito tutt’altro che positivo” – dichiara l’associazione Insieme per l’Aniene APS “perché nonostante le gravi incompatibilità con la destinazione d’uso agricolo delle aree messe a bando rispetto allo stato attuale dei luoghi stessi, l’Assessora Alfonsi ha escluso lo stralcio del Lotto 2, che era invece dal nostro punto di vista l’obiettivo di questo incontro.”

Ci sono stati punti di vista divergenti in sede di confronto.

Da parte dell’amministrazione capitolina è stato ribadito il valore e le potenzialità di questo bando, che a loro avviso recupera, riqualifica e valorizza il territorio, nonostante le incompatibilità anche tecniche che lo stato dei luoghi presenta.

Da parte delle associazioni è stato ribadito che queste aree verdi del IV municipio ricadono nella Riserva Naturale Valle dell’Aniene e per la maggior parte presentino vegetazione boschiva, che hanno ad oggi una connotazione totalmente naturalizzata e pubblica, rappresentando il principale polmone verde nella fascia tra la Tiburtina e la Nomentana. Inoltre parte dei lotti ricade in area di piana alluvionale del fiume Aniene, che si allaga regolarmente in occasione delle piene periodiche del fiume.

“Questi luoghi sono già fruiti e manutenuti dai cittadini, e ospitano diverse aree boschive, ed un’ampia sentieristica ciclo-pedonale, utilizzata ogni giorno da centinaia di persone” – proseguono dall’associazione – “ e l’assegnazione ad una realtà privata di questi spazi significherebbe sottrarre alla cittadinanza luoghi pubblici e verdi salvati dall’edificazione negli anni ’90 e restituiti ai cittadini affinché ne potesse beneficiare l’intera collettività. Questi luoghi non sono abbandonati e degradati, ma ospitano una rete attiva di realtà territoriali e cittadini che se ne occupano e ne usufruiscono”

Per questo i cittadini e le associazioni del territorio hanno avviato una petizione online per chiedere lo stralcio immediato del Lotto 2 dal bando in corso (link per firmare: https://chng.it/xWrvNvZjwW), e hanno organizzato un’assemblea pubblica con passeggiata sul posto domenica 14 gennaio ore 10:00.

Invitiamo le realtà sociali e territoriali ad aderire alla petizione contattandoci all’indirizzo segreteria@aniene.it, con la preghiera di massima diffusione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati