Municipi: | Quartiere: ,

Il IV MigliORA… sulle tracce dell’Almone

Lunedì 8 aprile 2024, tavola rotonda territoriale presso la sala espositiva AltreVie in via Appia Nuova 878

Oggi, Lunedì 8 aprile 2024, dalle ore 17.30 presso la sala espositiva AltreVie  nello scenario della mostra fotografica ‘Via Rapolla c’era…immagini di un mondo perduto’ incontro partecipato sul progetto urbano Il IV MigliORA … sulle tracce dell’Almone a cui sono invitate a partecipare le realtà che animano il territorio e che hanno interessi su temi e ambiti connessi la riappropriazione spazi pubblici, la mobilità sostenibile, turismo lento, connettività e percorrenza, tutela dei parchi, del patrimonio naturale e archeologico, bene comune, rigenerazione, socialità e partecipazione con lo scopo di conoscersi, riconoscersi, creare reti e sinergie.

Il progetto urbano è stato sviluppato dallo studio ArchIN, arch. Martina Di Egidio e arch. Francesca Roana Poerio, e presentato al Municipio VII. Si configura come un programma di interventi di rigenerazione urbana, riappropriazione di spazi pubblici e mobilità sostenibile con una doppia valenza locale e territoriale, che interessa il quadrante urbano di Quarto Miglio e Statuario.

La proposta progettuale mostra 2 punti macroscopici di sviluppo: il Parco Lineare Urbano a Quarto Miglio e la riqualificazione del sistema delle connessioni territoriali ciclopedonali.

Un circuito infrastrutturale anulare che lega il territorio e le due zone archeologiche del Parco degli Acquedotti e dell’Appia Antica attraverso la riapertura di via Rapolla, una via chiusa dal 1980, e la sistemazione di parte della viabilità esistente in chiave sostenibile e sicura. Nel suo complesso il progetto si pone l’obbiettivo di riattivare la memoria storica, culturale e sociale del territorio: dall’epoca romana con i festeggiamenti annuali di Cibele sul fiume Almone alle borgate rurali, dalla Regina Viarum agli sfollati che abitavano via Rapolla.

Si pone l’intento di contribuire alla valorizzazione del patrimonio paesaggistico e archeologico garantendo una maggiore accessibilità e connettività tra i due ambiti del Parco regionale, Appia Antica e Acquedotti.

Potranno beneficiare di questa fruibilità territoriale cittadini romani e non, pertanto l’infrastruttura anulare potrà essere stimolo per l’implementazione del turismo sostenibile oltre che volano per un miglioramento della qualità della vita e dei servizi del Quartiere Quarto Miglio, con integrazione di collegamenti e di spazi pubblici verdi e non.

I dettagli del progetto urbano promosso sono visibili sul sito: ArchIN | Roma | ArchietturaIngegneria


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati