Il primato dei “manager” italiani – Fabrizio l’autolesionista – Mario Mauro il sofista – Non vedenti e non capienti

Fatti e misfatti di novembre 2013
Mario Relandini - 15 Novembre 2013

Il primato dei “manager” italiani

“Con 650 mila dollari di media l’anno – ha scoperto quel “Government Gauce” abilissimo a scoperchiare le pentole qua e là in tutto il mondo – i “manager” italiani sono i più pagati nell’ “area Ocse” (l’ “Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico”).

Non è vero – si sono affrettate a precisare le autorità italiane – non è vero perché quei dati si riferiscono al 2011 e, nel frattempo, gli stipendi dei “manager” italiani hanno subito un taglio. Non sufficiente, però, perché, anche dopo questo taglio, i nostri “manager” continuano a mantenere saldamente il primato: i “manager” Usa, infatti, hanno uno stipendio, in media, di 275 mila dollari, quelli francesi di 260 mila, quelli tedeschi di 231 mila. E – come si sa – sono anche più preparati ed efficienti.

Fabrizio l’autolesionista

“La “Legge si stabilità” che ci avete mandato in visione – ha fatto sapere l’Unione europea al Governo italiano – non va affatto bene e va modificata”.

Il Ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, non ha fatto però una piega. “L’Unione europea ci fa sapere questo – ha replicato – perché non tiene conto dei provvedimenti che il Governo ha già annunciato”. Ma, allora, dà i numeri l’Unione europea o il Ministro Saccomanni? L’Unione europea no perché, se le è stata spedita una “Legge di stabilità” “tarocca” non ancora ultimata e perfezionata, quale altro giudizio avrebbe potuto dare? I numeri, dunque, li sta dando, ancora una volta, il Ministro Saccomanni. Il quale, magari avrà pure nel frattempo varato i provvedimenti necessari per ottenere la promozione in Europa, ma dovrebbe far capire un fatto: perché, invece, di aspettare a spedire all’Unione europea la “Legge di stabilità” definitiva, le ha spedito la legge “tarocca”? Tanta voglia di essere schiaffeggiato anche all’estero?

Mario Mauro il sofista

“La portaerei “Cavour” – ha risposto, ad una interrogazione di “Sinistra Ecologia Libertà”, il Ministro della Difesa, Mario Mauro – non se ne va in giro a vendere armi”.

Adotta Abitare A

A vendere armi no, d’accordo, ma a farne una evidente promozione per poi venderle sì. Fatto meno grave, ma sempre deprecabile. Come la risposta-sofisma del Ministro Mario Mauro.

Non vedenti e non capienti

“Per attraversare la piazza davanti alla stazione di Bergamo – è stato denunciato – il percorso per i non vedenti va a finire, dritto dritto, contro un’aiuola leggermente sollevata”.

Ma perché l’Amministrazione comunale di Bergamo ha incaricato, per realizzare quel percorso dei non vedenti, una ditta non capiente? Cioè imbecille?


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti