Immigrati e Libia che? – La Federica dimezzata – Il costo della bontà (2)

Fatti e misfatti di febbraio 2015
Mario Relandini - 18 Febbraio 2015

Immigrati e Libia che?

“Questa è la tragica situazione degli sbarchi di immigrati in Sicilia – ha informato la Camera il Ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni – e questa è la tragica situazione in Libia. Ecco come il Governo ritiene opportuno agire”.

La notizia, però, non è la corretta e puntuale informazione del Ministro Paolo Gentiloni. E’ che, ad ascoltare l’informativa su due situazioni che potrebbero avere un futuro più che preoccupante anche immediato, l’aula della Camera era semivuota. Come se si fosse trattato di ascoltare un’informativa su un massiccio arrivo di rondini nella prossima primavera e su una partita di bocce su un campetto di anziani pensionati. Ma, forse, gli onorevoli deputati avevano situazioni ben più tragiche – secondo loro – alle quali stare dietro: quelle delle beghe, delle contrapposizioni, delle minacce, dei ricatti all’interno dei rispettivi partiti e dei vari partiti tra loro. Tutto, dunque, non per il quale sono stati eletti e vengono pagati. E poi dice la disaffezione dei cittadini per le Istituzioni…

gentiloniLa Federica dimezzata

“Il Presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Junker – improvvisamente – ha nominato Michel Barnier quale consigliere per la difesa europea e le politiche della sicurezza”.

E Federica Mogherini Alto commissario per la politica estera europea? Senza più quelle due deleghe. E questo, evidentemente, perché il Commissario Junker si era stancato di vederla sonnecchiare, nella sua poltrona, nonostante i rombi di guerra un po’ in tutto il mondo. E Matteo Renzi che tanto si era battuto per quell’incarico a Federica? Senza alcuna reazione. E questo, evidentemente, perché il Commissario Junker lo avrà consigliato di “stare sereno”.

Il costo della bontà (2)

“Io – ha voluto assicurare Salvatore Picardi, il giovane salumiere di Marigliano multato dalla Finanza per non avere rilasciato lo scontrino fiscale dopo avere non venduto, ma regalato un panino ad un disabile con gravi difetti cognitivi – non smetterò per questo di regalargli qualcosa da mangiare”.

Adotta Abitare A

Bravo Salvatore. L’augurio è che la Finanza, intercettata la sua assicurazione e la sua nobile intenzione, non si metta ora ad aspettare, fuori dalla salumeria, per fargli ogni volta la multa per mancato assurdo rilascio dello scontrino fiscale. Come se a Marigliano e dintorni, fra l’altro, non ci fosse da fare “la posta” e da multare gli evasori veri del Fisco. Tra i quali qualche esercente che non rilascia lo scontrino non quando regala, ma quando vende i suoi prodotti. Oppure su quelli – chissà perché – si chiudono tutti e due gli occhi?


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti