Inaugurato il condominio sociale “Casa Arca degli Esposti”

Funari: "Aumentano i luoghi per l'accoglienza nella nostra città"

Inaugurata in via Gabriella degli Esposti 20, nel Municipio XIV, Casa Arca degli Esposti: un innovativo “condominio sociale” dedicato all’accoglienza di uomini fragili senza dimora, avviati a percorsi di recupero individuali per raggiungere l’autonomia abitativa ed economica, grazie al reinserimento nel mondo del lavoro.

Il condominio sociale nasce in un immobile confiscato alla criminalità organizzata e assegnato a luglio 2023 dal Ministero dell’Interno a Fondazione Progetto Arca in comodato d’uso trentennale grazie alla sinergia con il Distretto 2080 del Rotary International, che ha sostenuto l’intera ristrutturazione, la fornitura di arredi e l’allestimento.

Casa Arca degli Esposti è costituita da 3 appartamenti previsti per un totale di 12 ospiti inseriti nel progetto di “housing sociale”: persone che provengono dalla strada a cui viene proposto un progetto di accoglienza direttamente in una casa autonoma, senza il passaggio intermedio in una struttura, come invece accade nella maggior parte dei casi. I 12 ospiti – tutti uomini, di età compresa tra i 18 e i 65 anni, sia italiani sia stranieri, individuati dalla sala operativa sociale di Roma Capitale – sono seguiti da un’équipe multidisciplinare composta da educatori, formatori, mediatori, psicologi, assistenti sociali che offre a ognuno gli strumenti necessari per affrontare un percorso di recupero individuale.

L’obiettivo è ridare fiducia e dignità a persone che attraversano un momento di fragilità, ma che possiedono le capacità e le competenze per riprendere in mano la propria vita e riprogettare un futuro di rinnovata autonomia sociale, abitativa e lavorativa.

Sulla base dell’esperienza trentennale di Progetto Arca nell’accoglienza di persone senza dimora, l’ospitalità in Casa Arca degli Esposti è prevista per un periodo di 18 mesi, dopo i quali gli ospiti che avranno raggiunto un buon livello di autonomia potranno lasciare la casa per continuare la propria vita in autonomia, lasciando spazio a nuovi beneficiari.

Grazie alla collaborazione con Fondazione Progetto Arca e Rotary International un’ottima notizia per chi vive per la strada – ha commentato l’assessora alle Politiche Sociali e alla Salute Barbara Funari – e per garantire una continuità di assistenza ai senza dimora che necessitano di proseguire il loro percorso di integrazione. Aumentano così i luoghi per l’accoglienza nella nostra città, con un progetto che rappresenta una bella esperienza di sinergia tra pubblico e privato a sostegno dei più fragili”.

Per saperne di più, visita il sito della Fondazione Progetto Arca .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati