Incendio Colli Aniene: si lavora per evitare rischio adebito costi 110%

Dopo il danno anche la beffa? Purtroppo, non bastano tutti i disagi che i danneggiati debbono affrontare dal 2 giugno scorso ossia ventisei famiglie ancora senza una casa, che solo per prelevare dai loro appartamenti abiti più pesanti possono farlo sotto scorta e con il tempo contingentato. Al gravissimo danno e ai lunghissimi tempi della burocrazia si aggiunge anche il rischio dell’addebito dei costi relativi ai lavori del 110 %.

Il pericolo vale per tutte le cento famiglie che abitano in quel condominio perché i lavori sono stati bloccati e non si sa quando potranno riprendere. Per legge i lavori del Super Bonus dovrebbero concludersi entro la fine dell’anno e per questo palazzo è una cosa impossibile. Questo significa che, senza una proroga, le famiglie e gli esercizi commerciali del condominio dovrebbero farsi carico del pagamento dei lavori.

Si tratta di circa sei milioni di euro che potrebbero ridurre in povertà tante famiglie impossibilitate a pagare. I cittadini hanno scritto una lettera con richiesta di proroga al Ministero dell’Economia ed il Comune di Roma, attraverso il consigliere Yuri Trombetti, ha presentato un atto per chiedere la deroga per forza maggiore, l’atto è stato votato da tutte le forze politiche del Campidoglio. In attesa che sulla questione si esprima il parlamento, i proprietari vivono sotto “una spada di Damocle” con il filo che si potrebbe spezzare da un momento all’altro se non ci sarà una positiva risposta istituzionale. Nel frattempo, sono arrivate nel quartiere anche le telecamere della RAI e il prossimo 3 dicembre andrà in onda un servizio sulla trasmissione Report che affronterà anche questa situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati