Incontro informativo sulla Cervelletta con l’assessora capitolina Alfonsi

Il 9 giugno alle ore 17.30 presso la Mediateca della biblioteca comunale della Vaccheria Nardi

Se un giorno i nostri pronipoti potranno ancora ammirare il complesso monumentale della Cervelletta lo dovranno anche ad un gruppo di donne e uomini che non si sono mai arresi di fronte alle difficoltà ed ai silenzi dell’amministrazione pubblica. Quanti appelli sono rimasti inascoltati? Quante lettere sono rimaste senza risposta? Quanti impegni presi sono rimasti senza seguito? Grazie all’esempio del Coordinamento Uniti per la Cervelletta e ai cittadini e alle associazioni che lo sostengono, si è creato un movimento di opinione che vede sempre più persone coinvolte e attive su questo tema. Anche il rapporto con le istituzioni sembra cambiato e per la prima volta un assessore di Roma Capitale convoca un incontro senza sollecitazioni.

Infatti l’assessora all’Ambiente del Comune di Roma Sabrina Alfonsi ha fissato per il 9 giugno alle ore 17.30 presso la Mediateca della biblioteca comunale della Vaccheria Nardi un incontro informativo sulla Cervelletta.

Inutile evidenziare che da parte di associazioni e dei cittadini ci sono grandi aspettative su questa riunione soprattutto ci attendiamo impegni nuovi e non programmati. In poche parole, ci aspettiamo qualcosa in più del semplice annuncio dei lavori di giugno prossimo annunciati dal RUP per la messa in sicurezza del tetto del casale, oltretutto eredità dei fondi stanziati dall’amministrazione precedente. Quello che fino ad oggi siamo riusciti ad ottenere, ossia poco più di duecentocinquantamila euro negli ultimi tre anni, non riesce a contenere neppure il lento lavorio della natura che lentamente sta avvolgendo il casale con la sua flora selvatica e incontrollata.
Se veramente si vuole salvare questo complesso monumentale, bisogna partire dal suo futuro utilizzo pubblico e programmare un consistente stanziamento dei fondi occorrenti. De resto il “Colosseo di Roma Est” merita questo impegno e sia il sindaco di Roma Gualtieri e sia il Presidente della Regione Lazio hanno dichiarato più volte di sentirsi pronti a farlo. Se ora si tireranno indietro hanno semplicemente illuso i cittadini per carpire qualche voto in più in campagna elettorale.

Per concludere, è doveroso ricordare l’amico Giancarlo Cosenza prematuramente scomparso, proprio nella giornata di ieri, a causa di una malattia fulminante che non gli ha lasciato scampo. Giancarlo, oltre che un carissimo amico, era una persona impegnata per la comunità e un instancabile sostenitore del recupero e della conservazione del Casale della Cervelletta. Resterà per sempre nel cuore di chi lo ha conosciuto ed ha avuto modo di apprezzare i suoi comportamenti, la sua competenza e la sua creatività. Ciao Giancarlo, Riposa in Pace.

Timbrificio Centocelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati